In.Al.Pi. sostiene il Master “Qualità, sicurezza alimentare e sostenibilità della filiera latte”

In.Al.Pi. sostiene il Master “Qualità, sicurezza alimentare e sostenibilità della filiera latte”

È costante l’impegno di In.Al.Pi. nel creare, insieme a tutti gli attori che la compongono, una filiera che sia, per formazione e per
progettualità, una voce fuori dal coro delle multinazionali; a emergere deve essere l’unicità del territorio, delle aziende che in esso operano, ma anche delle loro competenze e dei
loro prodotti, con l’obiettivo di promuovere l’innovazione nell’intero settore lattiero caseario.

È in questa ottica che In.Al.Pi. porta avanti il suo impegno nella formazione sostenendo il Master biennale di secondo livello in “Qualità,
sicurezza alimentare e sostenibilità della filiera latte”
, organizzato dalle Facoltà di Medicina Veterinaria, di Agraria e di Medicina e Chirurgia dell’Università
degli Studi di Torino e dall’Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta, presentato durante la conferenza stampa che si è tenuta presso la sede del
Rettorato a Torino.

Il Master, fortemente voluto dalle aziende piemontesi per formare nuove figure professionali specializzate, è la risposta dell’Università alle esigenze del mondo del lavoro,
soggetto in questi ultimi anni a grandi cambiamenti.

Proprio per valorizzare il territorio e per incentivare la cooperazione tra Università e le aziende promotrici, i corsi si terranno presso le Scuole di Specializzazione della
Facoltà di Medicina Veterinaria di Moretta (CN).

I docenti e gli esperti italiani e stranieri che terranno le lezioni porteranno il loro know how nella regione per far diventare le aziende piemontesi un modello per l’Italia, come già
accaduto per l’indicizzazione del prezzo del latte sulla base dell’algoritmo studiato da In.Al.Pi. insieme alla cooperativa Compral-Latte (aderente al sistema Unci-Coldiretti) e
all’Università di Piacenza e successivamente adottato dalla Regione Piemonte.

“Riteniamo essenziale e prioritario contribuire alla crescita della filiera lattiero-casearia”, spiega Ambrogio Invernizzi, Presidente dell’azienda di Moretta. “Investire nella formazione dei
giovani significa per noi promuovere non solo lo sviluppo dell’intero settore, che si arricchisce così di nuove e preparate figure professionali, ma anche i prodotti piemontesi, che
sogniamo vengano presi ad esempio come modello di qualità e filiera sostenibile.”

Redazione Newsfood.com+WebTv

Leggi Anche
Scrivi un commento