Il propoli può curare la candida

Il propoli può curare la candida

La candida vaginale può essere provocata da diversi fattori ma ha sempre gli stessi effetti: fastidio, irritazione e prurito.

E’ però possibile eliminarla anche senza antibiotici, ricorrendo al propoli, l’estratto naturale prodotto dalle api a partire dalle gemme o dalla corteccia delle piante.

Questa la tesi di una ricerca dell’Università di Maringà (Brasile), diretta dalla dottoressa Kelen Dalben-Dota e pubblicata sul “Journal of Alternative and Complementary
Medicine”.

Il gruppo guidato dalla dottoressa Dalben-Dota ha messo alla prova 97 ceppi batterici, sia candida albicans che non. Tali lieviti sono stati sottoposti sia all’azione del propoli che a quella
di un antibiotico tradizionale, la niacina.

Alla fine del test, si è notato come i lieviti fossero inibiti anche a basse concentrazioni di propoli: fino a un massimo di 393.19μg/ml del contenuto totale di flavonoidi. Inoltre,
ciò avveniva indipendentemente dalle condizioni della paziente e dalle specie di lievito esaminato.

Dato il successo, i ricercatori brasiliani ritengono che il propoli possa essere una via naturale ed efficace per la cura della candidosi vulvovaginale.

Fonte: Dalben-Dota KF, Faria MG, Bruschi ML, Pelloso SM, Lopes-Consolaro ME, Svidzinski TI, Antifungal activity of propolis extract against yeasts isolated from vaginal
exudates”, J Altern Complement Med. 2010

Matteo Clerici

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute. L’autore, la redazione e la proprietà, non
necessariamente avallano il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti
accreditate e/o aventi titolo.

Leggi Anche
Scrivi un commento