Il pompelmo, (poco) efficace per la dieta

Il pompelmo, (poco) efficace per la dieta

Pompelmo si, pompelmo no. Fin dalla nascita della Hollywood Diet (Anni Trenta), esperti, professionisti ed amatori discutono sulle sul validità o meno dell’agrume in una dieta
dimagrante.

Per fare ordine arriva una ricerca dell’Università dell’Arizona (Tucson, USA), diretta dalla dottoressa Caitlin Dow e pubblicata su “Metabolism”.

Obiettivo degli esperti texani, valutare il ruolo del frutto nel metabolismo dei grassi e nella gestione della pressione arteriosa. A tale scopo, sono stati selezionati 74 volontari, adulti
obesi o sovrappeso, sottoposti ad un test in due fasi. Nella prima, hanno seguito una dieta di preparazione: durata 3 settimane, varietà di frutta e verdura ricche di composti bioattivi.

La seconda fase è iniziata con la divisione del campione in due gruppi: il primo ha continuato la dieta, il secondo ha aggiunto mezzo pompelmo rosa tre volte al giorno, un quarto d’ora
prima dei pasti. Dopo ulteriori 6 settimane, tutti i volontari hanno subito la subito misurazione del peso, della circonferenza, della pressione massima e del colesterolo LDL, il colesterolo
cattivo.

Risultato, in tutti i campi i consumatori del pompelmo avevano valori più sani: peso ridotto (-o,6Kg in media), circonferenza inferiore (-2,4 cm contro il -1,2 del gruppo di controllo),
pressione massima (-3,2 mmHg contro -0,3), colesterolo LDL (18,7 mg/dL contro -8,5).

Per Dow e colleghi, ciò prova come il pompelmo sia utile (seppur in maniera moderata) per la dieta: il suo merito sta nei flavonoidi, naringenina ed esperetina.

FONTE: Caitlin A. Dow, Scott B. Going, Hsiao-Hui S. Chow, Bhimanagouda S. Patil, Cynthia A. Thomson, “The effects of daily consumption of grapefruit on body weight, lipids, and blood
pressure in healthy, overweight adults”, Metabolism, In Press, Corrected Proof, Available online 1 February 2012

Matteo Clerici

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute. L’autore, la redazione e la proprietà, non
necessariamente avallano il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti
accreditate e/o aventi titolo.

Leggi Anche
Scrivi un commento