Il pollo non va lavato prima della cottura

Il pollo non va lavato prima della cottura

Secondo la saggezza popolare, il pollo va lavato prima della cottura, eliminando così un primo gruppo di batteri.

Al contrario, qeusta pratica potrebbe essere inutile, se non pericolosa.

E’ quanto sostiene una ricerca della Drexel University (sezione Dipartimento di Sicurezza Alimentare), diretta dalla professoressa Jennifer Quinlan e pubblicata sul “Journal of Food
Protection”
.

Secondo gli scienziati, i principali batteri della carne di pollo sono Salmonella o Campylobacter, oltre al virus dell’aviaria. Questi patogeni non sono attaccati dal lavaggio, in quanto la
temperatura dell’acqua è troppo limitata: al contrario, la stessa acqua può diventare un mezzo per trasportare l’infezione. Perciò, concludono i ricercatori, la procedura
corretta è cuocere direttamente la carne cruda, lavandosi poi bene le mani per evitare qualunque rischio d’infezione.

A supporto della ricerca, il Dipartimento della Drexel ha ideato “Don’t Wash Your Chicken”, campagna d’informazione basata su
video di Youtube.

In ognuno di quesi, un membro della famiglia spiega al “cuoco” di turno perchè non lavare il pollo prima di cuocerlo. A supporto, la Germ Vision, una grafica che spiega come questa
pratica può diffondere i germi sia addosso alla persona che ad altri cibi o sulle superfici della cucina.

Matteo Clerici

Leggi Anche
Scrivi un commento