Il Made in Italy a Mosca visto da uno Chef Made in Italiy

Il Made in Italy a Mosca visto da uno Chef Made in Italiy

Secondo lo chef Luigi Ferraro quando si parla di Made In Italy si denota il percorso di rivalutazione dell’Italia. Lui crede che non importi se si parla di produzione industriale o
artigianale ma importante è che se ne parli sempre di più!

Luigi Ferraro:

“Quello che mi riguarda da vicino è la gastronomia e se parliamo di cucina, secondo me, oggi dobbiamo intendere il made in Italy come “tradizione che si rinnova”, si deve parlare
di ricette innovative, di cucina che si evolve. La cucina italiana è da sempre molto apprezzata nel mondo per la varietà e la qualità dei suoi prodotti, ma negli ultimi
anni si è risvegliato un notevole interesse sia per la gastronomia che per l’enologia grazie alla notorietà che gli ha procurato la cucina mediterranea, in quanto la gastronomia
italiana comprende proprio tutti quei costituenti che determinano la dieta per eccellenza.

Per me la cucina è amore, passione, è la contaminazione dei sensi, la stimolazione di tutti i sensi: dal suono che producono i piatti, le padelle e tutto ciò che mi
attornia in cucina, ai profumi che mi circondando; dalle sensazioni tattili che si producono nel toccare i numerosi prodotti gastronomici fino ad arrivare a vedere con gli occhi ciò che
si è riusciti a creare completando così con il gustare il prodotto finale.

Cucinare non è solo un lavoro, e mangiare non è solo una necessità, entrambi devono essere un piacere.

Per me cucinare è esternare la mia fantasia e la mia curiosità per tutto ciò che mi circonda, mangiare bene e bere bene è un piacere.”

Chi è Luigi Ferraro

Luigi Ferraro è nato nel 1979 in un piccolo paesino della costa ionica Calabrese. Quando ha deciso di prendere in mano il suo futuro ha cercato di intraprendere una professione che
potesse stimolarlo e gratificarlo ogni giorno, dichiara: “La scelta che ho fatto mi ha appagato sempre di più col passare del tempo. Il cuoco è una professione nella quale non ci
si può annoiare mai perché ogni giorno si può creare qualcosa di nuovo, ed ogni giorno si possono ricevere delle grandi soddisfazioni”.

A lui piace viaggiare e lo ha sempre affascinato conoscere la storia e la cultura di altri Paesi, è forse anche per questo che ama modificare e proporre a suo gusto tutto ciò che
è “la cucina”, soprattutto piatti meno “conosciuti”, non resiste alla voglia di ritoccarli; lavora sempre tanto sui suoi piatti, per cercare di appagare i gusti di tutti coloro che
assaggiano le sue pietanze. Ama una cucina sempre curata e incentrata sull’abbinamento della fantasia con la capacità di fondere ottime materie prime, utilizzando sempre prodotti freschi
di stagione.

Non smette mai di studiare, di ricercare e si accorgo che è grazie a questa sua voglia quotidiana di voler crescere professionalmente e di difendere e diffondere l’alta qualità
della gastronomia italiana creando una cucina moderna, radicata però nelle tradizioni, che oggi si trova a Mosca al ristorante Cafe Calvados.

Luigi dichiara: “Quando sono venuto qui a Mosca a proporre i miei piatti non è stato tanto facile, mi hanno messo alla prova sotto tutti i punti di vista e in svariati modi, ma non ho
mai piegato la testa o mi sono rassegnato, anzi, ho cercato di soddisfare tutte le loro richieste, e per fortuna ci sono riuscito!”

Oggi infatti si trova al Cafe Calvados, uno dei migliori ristoranti di lusso a Mosca, dove dirige una brigata di 18 persone e dove ha impostato una cucina creativa mediterranea gentile ed
affascinante. Non ha mai smesso di impegnarsi per far ricordare che l’Italia ha una storia gastronomica straordinaria, che le sue regioni sono tantissime e che innumerevoli sono di conseguenza
le sue delizie, inoltre cerca sempre di inserire anche la sua cucina calabrese, che non è molto conosciuta, soprattutto all’estero.

A Luigi piace la sua vita proprio per il lavoro che fa perchè gli dà soddisfazioni e lo gratifica ogni giorno. Il suo appagamento più grande si manifesta soprattutto quando
riesce a trasmettere alle persone la sua passione per la cucina e le vede soddisfatte  davanti ad un suo piatto…vuoto.

Luigi Ferraro da Mosca in esclusiva per Newsfood.com

Leggi Anche
Scrivi un commento