Il commento dello psicologo Stefano Benemeglio sui braccialetti “miracolosi”

Il commento dello psicologo Stefano Benemeglio sui braccialetti “miracolosi”

Ecco il parere dello psicologo Stefano Benemeglio sui braccialetti «miracolosi» che avrebbero il «potere» di ridurre lo stress, migliorare la concentrazione o aumentare
le performance fisiche delle persone.

Può un braccialetto risolvere tanti problemi?

«Un braccialetto può creare un effetto emozionale che ha lo stesso valore di un talismano, come nelle fiabe popolari» risponde Stefano Benemeglio che concorda con il Ministro
della Salute Ferruccio Fazio sulla necessità di effettuare studi medici di sostegno prima di affermare l’esistenza di braccialetti dai poteri miracolosi. «Si tratta di prodotti
commerciali —prosegue lo psicologo— che rispondono a esigenze non razionali». 

Un imbroglio?

«Tutt’al più un’illusione» puntualizza lo psicologo che esprime il suo plauso all’Antitrust che si è mossa per far sì che venga fornita un’idonea documentazione
medico-scientifica sulle proprietà e gli effetti sul corpo umano attribuiti a prodotti così miracolosi.  «Vi ricordate Vanna Marchi e i suoi scioglipancia? Gli obesi
preferivano lei ai dietologi» ricorda lo psicologo. «C’è da chiedersi quanto sia potente un messaggio pubblicitario capace di convincere numerose persone a fidarsi del potere
di “bilanciamento” di un braccialetto che non obbedisce ad alcuna legge o attività scientifica accertata» conclude Stefano Benemeglio, uno dei quattro pilastri dell’ipnosi.

Dopo Franz Mesmer che ha scoperto l’influenza ipnotica dell’energia, Sigmund Freud che dell’ipnosi ha dato un’interpretazione psicoanalitica identificando nei «turbamenti» gli
agenti ipnotici e Milton Erickson che fu il primo a vedere l’inconscio come qualcosa di completamente distinto e separato dalla mente conscia, è stato infatti Stefano Benemeglio ad avere
scoperto la Comunicazione Analogica Non Verbale (www.ipnosibenemeglio.com) quale strumento che permette di comunicare con la sfera emotiva della persona attraverso segni e gesti utilizzati
dall’operatore che così riesce a comunicare direttamente con l’Io profondo della persona.

ajcomunicazione.it
Redazione Newsfood.com+WebTv

Leggi Anche
Scrivi un commento