Grottaglie (TA): 12 chef e orecchiette per tutti

Grottaglie (TA): 12 chef e orecchiette per tutti

Orecchiette interpretate da 12 chef: Domenico Capogrosso, Raffaele Casale, Antonio Di Nunno, Anna Donatelli, Cosimo Guarino, Vincenzo Montaruli, Francesco Nacci, Giuseppe Nigro,  Gianfranco Palmisano, Mimmo Ragone, Domenico Schingaro, Antonio Turrisi.

Questa l’idea-base di Orecchiette nelle “nchiosce” (i caratteristici vicoli bianchi dei vecchi rioni) che il 17 e 18 agosto animerà il centro storico di Grottaglie, cittadina della provincia di Taranto celebre per la sua produzione di ceramiche. Così, con l’interpretazione dei 12 chef, la pasta fresca della Puglia sarà maritata con la pancetta di maiale croccante su crema di pecorino e pepe nero, oppure con battuto di cipolla rossa in agro e pancetta cruda, menta e pomodoro fresco ma, anche, con peperoni e ricotta affumicata, e persino con sorbetto di cime di rapa e crumble di acciughe come  orecchiette dessert; senza dimenticare chi è allergico al glutine con le orecchiette gluten free che gli chef –

e qui Antonio Di Nunno della Locanda Di Nunno di Canosa di Puglia (vedi intervista)  è maestro incontrastato – possono condire con gli stessi ingredienti utilizzati per la pasta normale.
Mentre i vini da abbinare alle orecchiette in tutte le salse, è il caso di dirlo, per esaltare ancora di più profumo e sapore di questi piatti, saranno quelli prodotti dalle cantine di Alberto Longo di Lucera, A Mano di Gioia del Colle, Cantele di Guagnano, Cantina Due Palme e Masseria Li Veli di Cellino San Marco, Giancarlo Ceci di Andria, Ognissole, Pietraventosa di Gioia del Colle, Pruvas di Grottaglie, Schinosa di Trani, Tormaresca di Minervino Murge, Vetrere di Taranto e le birre artigianali del Piccolo birrificio indipendente Decimoprimo.

Nelle due serate dedicate alle orecchiette realizzate per l’occasione con semola di grano duro bio Senatore Cappelli perché ha la grande capacità di adattamento a mille condimenti, dal più classico al più eclettico, con successo di rito assicurato, non ci sarà solo l’enogastronomia a tenere banco. Perché  Orecchiette nelle ‘nchiosce 2016 promette anche musica, cultura popolare e arte.

tornioE, così, sull’imponente architettura della cassa armonica saliranno BandaAdriatica, gruppo salentino che da anni racconta la storia del Sud attraverso l’esecuzione di canti antichi però rigenerati con modernità, e la Banda della Posta, nota al grande pubblico per le collaborazioni con Vinicio Capossela, un ensemble di anziani musicisti di Calitri, paese di origine del cantautore, che già dagli anni ‘50 si esibisce in un repertorio musicale energico e vitale fatto di mazurke, polke, valzer, passo doppio, tango, tarantella, quadriglia e foxtrot. E poi anche artisti di strada, bande itineranti, cantastorie e l’uomo orchestra.

cassa armonica 2Chi non si accontenta solo di mangiare, bere e ascoltare musica ma vuole mettere le mani in pasta, troverà anche due laboratori: quello per imparare a preparare manualmente le orecchiette, a cura dell’Associazione Utopia di Grottaglie e quello per scoprire il mondo della ceramica attraverso la lavorazione della creta.
Per due giorni, mercoledì 17 e giovedì 18 agosto, sarà possibile visitare Grottaglie, famosa città delle ceramiche e scoprire o riscoprire così i suoi tesori, fatti di chiese, grotte e gravine. Con la collaborazione di Grott’Art (infotel 342.3125196), poi, alle 17,30 c’è una visita guidata per scoprire il Quartiere delle Ceramiche, unico al mondo, dove si potrà assistere alla lavorazione al tornio di un maestro ed ammirare la magia delle sue mani che con pochi tocchi plasmano un pezzo d’argilla trasformandolo in un manufatto di incredibile.

Vita Guida
Newsfood.com

 

=============GROTTAGLIE ======================
(Wikipedia)

Grottaglie (Li Vurtàgghjie in dialetto locale[3]) è un comune italiano di 32 503 abitanti, della provincia di Taranto, in Puglia. Il comune, tra i più popolosi della provincia, è noto per la tradizionale produzione di ceramiche artistiche. Sorgendo perfettamente al centro fra le provincie di Taranto e Brindisi, ciò ha causato vari dibattiti nel passato per decidere a quale provincia dovesse appartenere. Conosciuta per le coltivazioni di vigne, Grottaglie oltre ad essere soprannominata “Città delle Ceramiche” è conosciuta anche col nome di “Città dell’uva”.

Territorio
La città si trova sul pendio di una collina delle Murge chiamata Monte Samuele Pezzuto nell’entroterra di Taranto e all’estremità meridionale di quella Murgia dei trulli che comprende il vasto territorio che si estende da Matera fino alla stessa Grottaglie, passando da Martina Franca in Valle d’Itria e Villa Castelli sulle pendici delle Murge. Sorge su un territorio segnato dallapresenza di gravine, sui fianchi delle quali sono state scavate molte grotte; infatti il centro è completamente scavato nel tufo; ne sono una testimonianza le Cave di Fantiano (ora sede di un teatro all’aperto dove ogni anno si svolge il Festival Internazionale Musica Mundi di musica etnica e popolare).

Grottaglie, per territorio, cultura, arte e dialetto, rientra tra i comuni della provincia di Taranto che fanno parte del Salento; in particolare la città è situata nella zona denominata Nord Salento.

====================================================

Redazione Newsfood.com

Leggi Anche
Scrivi un commento