Grappa Romano Levi, 77° fiammifero – Lucio Scaratti – Intervista (Video)

Grappa Romano Levi, 77° fiammifero – Lucio Scaratti – Intervista (Video)

 

Intervista di Giuseppe Danielli
Direttore e Fondatore
Newsfood.com

Neive, 30 ottobre 2021

Dopo la morte del grande “grappaiolo angelico”, avvenuta il 1º maggio 2008, nulla è cambiato nella distilleria di Neive. Si produce sempre la grappa di Romano Levi, come la faceva lui, grazie alla maestria di Maurizio, allievo del grande artista artigiano, che ancora oggi usa la stessa tecnica, lo stesso alambicco e gli stessi strumenti… ad orecchio e a naso.

Accensione 77° fiammifero Distilleria Romano Levi –
Neive, 30 ottobre 2021

 

Lucio Scaratti, il nuovo proprietario, nel video ci racconta come non ha voluto lasciar morire questa attività per mantenere un ricordo del fondatore e per onorarne le grandi qualità artistiche; ha fatto di più, ha voluto fermare il tempo: la casa, il cortile, la cantina, l’alambicco… e anche le ragnatele nel suo studio, sono rimaste come 13 anni fa.

Grappa Romano Levi 12 anni invecchiamento – da vinacce di Barbera, Dolcetto, Nebbiolo – Edizione numerata 200 bottiglie per il 77° fiammifero 2021

E per fare la grappa come la faceva il grande maestro ha affidato a Maurizio il compito più delicato: continuare a trasformare la vinaccia in divino distillato della “Donna che scavalca le colline”, esattamente come aveva imparato a fare nei dieci anni al fianco di Romano.

Newsfood.com
Nutrimento & nutriMENTE

NewsfoodTV 
Gruppo Velvet Media spa

Contatti

Leggi Anche
Scrivi un commento