Grappa: l’Accademia innova lo Spirito italiano

Grappa: l’Accademia innova lo Spirito italiano

Che sia un prodotto simbolo dello stile italiano è fuori dubbio che, però, in questi anni la grappa, nell’immaginario
collettivo, non abbia saputo rinnovarsi, è altrettanto vero. Il settore tuttavia ha fatto grandi passi avanti grazie a ricerca, comunicazione, innovazione. Per questo i soci fondatori
dell’Accademia della Grappa e delle Acquaviti Roberto Castagner, Etile Carpenè, Alfredo Alinovi, Alessandro Francoli, Franco Lunelli e Giovanni Pagliarello hanno deciso di organizzare in
collaborazione con Bibenda la giornata Grappa: l’Accademia innova lo spirito italiano, che si terrà il 22 ottobre presso l’Hotel Cavalieri a Roma.

La manifestazione si aprirà alle 13.00 con il programma riservato alla stampa e ad una selezione di operatori (solo su invito). Tema centrale sarà la presentazione del libro Grappa:
trattato moderno delle grappe e delle acquaviti, edito da Bibenda e voluto dall’Accademia della Grappa e delle Acquaviti, primo testo didattico interamente dedicato alla grappa, dalla storia al
futuro, rivolto agli operatori del settore e agli appassionati. I soci fondatori dell’Accademia della Grappa e delle Acquaviti illustreranno poi il più importante Piano di Ricerca sulla
grappa mai realizzato, voluto dall’associazione e finanziato dal MIPAAF.

Obiettivo? Rendere la grappa un prodotto certificato, sempre più moderno e salubre, adatto al consumatore del XXI secolo. Alla conferenza stampa seguiranno il lunch e la degustazione in
anteprima assoluta di sei grappe, selezionate dalle sei aziende per presentare il meglio della produzione.

Alle 16 sarà poi la volta del banco d’assaggio aperto al pubblico, oltre che ai giornalisti e agli operatori. Alla degustazione dei prodotti dai soci dell’Accademia e delle Acquaviti si
affiancheranno due originali momenti di approfondimento. Il primo presenterà ai professionisti tutti i segreti per un corretto servizio della grappa, il secondo permetterà di
conoscere ed imparare a usare l’etilometro come opportunità e non come problema.

Un’intuizione rivoluzionaria quanto importante perché la disinformazione sul tema del consumo è uno degli elementi che più stanno mettendo a rischio la grappa, prodotto che
da più di cinque secoli è vanto del nostro Paese. Grazie a Grappa: L’Accademia innova lo spirito italiano, il distillato nazionale presenterà un nuovo volto: un prodotto
raffinato e moderno, capace di interpretare le esigenze del mercato di domani.

Per informazioni: 0422 928954 oppure info@accademiagrappa.it

Leggi Anche
Scrivi un commento