Granoro alll’insegna della tradizione pugliese: Arriva la Pasta di Grano Arso e le Orecchiette Caserecce!

Granoro alll’insegna della tradizione pugliese: Arriva la Pasta di Grano Arso e le Orecchiette Caserecce!

La tradizione regna sovrana in casa Granoro. La ricerca del gusto e dei sapori che rievocano la tradizione è un elemento imprescindibile per l’azienda pugliese, che per l’arrivo
dell’autunno ha da poco lanciato sul mercato due nuovi prodotti, che vanno ad aggiungersi alla già brillante linea dedicata al fondatore dell’azienda, Don Attilio. Tra le
“Specialità di Attilio” troviamo due nuovi formati: La pasta di Grano Arso e le Orecchiette Caserecce.

Lanciata di recente nell’alta Ristorazione da noti chef stellati che hanno voluto valorizzare una antica Tradizione Pugliese, la Pasta di Grano Arso arriva in due formati a loro volta
tipicamente Pugliesi: i Capunti e le Orecchiette.

Le origini del grano arso sono legate al mondo contadino più povero, quando era ad esso concesso di raccogliere, per uso personale, i chicchi di grano rimasti sul terreno dopo la
bruciatura delle stoppie al termine della mietitura. Un mondo lontano da quello dorato degli chef, non solo pugliesi, ma di tutta Italia che fanno a gara per inserirlo nei loro menù.

Il listino è diverso da quello degli attuali formati di Attilio a causa della problematicità della produzione: la semola di grano duro arso ha un odore molto forte e la
granulometria talmente sottile da sporcare gli impianti produttivi in ogni parte e diffondersi anche nell’ambiente.

Pertanto alla particolarità della produzione perché sono due Formati Speciali, alla semola che è frutto di una miscela di semola di grano arso (20%) e semola di grano duro,
bisogna aggiungere i costi di gestione e pulizia degli impianti produttivi.

Stesso discorso per un prodotto ancor più legato alla tipicità pugliese: le Orecchiette Caserecce, diverse da quelle presenti nella Linea Tradizionale dei Formati Speciali per la
forma che è uguale a quella delle orecchiette fresche.

La qualità della semola è altissima con il 14,50% di proteine (leggere le informazioni nutrizionali sul retro della confezione).

Una novità per i consumatori che potrebbero preferirle a quelle fresche, per la callosità ed elasticità dovuta alla alta qualità della semola di grano duro.

www.granoro.it

Redazione Newsfood.com+WebTv

Leggi Anche
Scrivi un commento