Grana e Parmigiano – Ferrazzi: “Meno tasse sui produttori”

Grana e Parmigiano – Ferrazzi: “Meno tasse sui produttori”

Milano – L’assessore all’Agricoltura della Regione Lombardia, Luca Daniel Ferrazzi, definisce positivo l’esito del tavolo straordinario sulla situazione
economica del comparto lattiero-caseario e, in particolare, dei formaggi a lunga stagionatura, richiesto dai Consorzi di tutela del Grana Padano e del Parmigiano Reggiano e ospitato nella sede
della Regione Lombardia stessa, con la partecipazione del ministro per la Politiche agricole, Luca Zaia. 

“Un positivo momento di confronto – sottolinea Ferrazzi – sui problemi dei due formaggi economicamente più rilevanti per l’agroalimentare italiano e lombardo, che stanno soffrendo
particolarmente la congiuntura economica. Oggi abbiamo registrato l’impegno del ministro Zaia, in virtù della consapevolezza che il settore necessità di interventi strutturali e non
solo congiunturali”.

Al confronto erano presenti, oltre ai presidenti dei due Consorzi Cesare Baldrighi (Grana Padano) e Giuseppe Alai (Parmigiano Reggiano), anche gli assessori regionali all’Agricoltura dell’Emilia
Romagna, Tiberio Rabboni, e del Veneto Fabio Manzato, i rappresentanti di Coldiretti, Confagricoltura, Cia e Confocooperative, oltre al presidente di Assolatte, Cesare Ambrosi.

“Tra le richieste presentate dai Consorzi – commenta l’assessore Ferrazzi – vanno ricordate come assolutamente condivisibili:

  • il ripristino del contributo dell’Unione europea alla stagionatura, che premierebbe la qualità delle nostre produzioni;
  • la programmazione dei quantitativi prodotti, gli interventi a favore della promozione dei grandi prodotti DOP anche a livello internazionale;
  • la conferma del percorso per la loro promozione internazionale;
  • un’azione contro il blocco delle importazioni di Grana Padano messo in atto dalla Cina.

Si tratta di iniziative che Regione Lombardia ha sempre appoggiato e che sosterrà sempre”.

Tema particolarmente importante quello della deducibilità degli oneri finanziari sugli interessi passivi per i periodi di stagionatura. “Su questo aspetto che riteniamo fondamentale –
sottolinea Ferrazzi – voglio segnalare un forte impegno di Regione Lombardia, in qualità di capofila nazionale del comparto lattiero-caseario, a farsi portatrice di una richiesta formale
che coinvolga anche le altre Regioni, per sensibilizzare il Governo affinché i produttori non debbano pagare un’ingiusta tassa su quello che di fatto è un costo produttivo e che
penalizza quello che è invece il maggior pregio di questi formaggi: cioè i lunghi tempi necessari per produrli”. 

“Le attività di Regione Lombardia a sostegno del settore – conclude Ferrazzi – come ha ricordato lo stesso ministro, sono state forti e puntali. Da questa sede rilancio quindi
l’opportunità di continuare a lavorare come abbiamo fatto stamattina, estendendo il confronto a tutte le tematiche che riguardano il comparto lattiero caseario, con la costituzione di una
efficace ‘cabina di regia’, che coinvolga istituzioni centrali e regionali, rappresentanti della filiera e della grande distribuzione per rendere maggiormente produttive e sinergiche tutte le
iniziative a sostegno del settore, a partire dal dialogo sul prezzo del latte e per dare tutto il supporto possibile ai nostri allevatori”.

Leggi Anche
Scrivi un commento