Gran Bretagna. Un proposito per il nuovo anno? Parlare ai figli dei rischi dell’alcol

Gran Bretagna. Un proposito per il nuovo anno? Parlare ai figli dei rischi dell’alcol

Sfruttare i tradizionali propositi per il nuovo anno, prendere il coraggio ed ammonire i figli sui rischi di troppi alcolici.

Questo è il consiglio di Ed Ball, segretario governativo dell’Istruzione Giovanile, rivolge alle madri ed ai padri della Gran Bretagna.

Come spiega Ball, “I genitori che si preoccupano della salute dei loro figli dovrebbero riconoscere la connessione che esiste tra l’alcol e i comportamenti rischiosi”, ma in troppe famiglie il
problema bere è sottovalutato se non ignorato.

A dirlo, un sondaggio condotto dal sito sito Mumsnet, specializzato in dare consigli sull’educazione dei figli, su genitori di bambini dai 9 ai 16 anni. Secondo gli intervistatori, i genitori
ritengono più pericolosi eventi come uso di stupefacenti, incidenti automobilistici e gravidanze giovanili, mettendo in secondo piano il consumo di alcolici. Inoltre, le risposte hanno
evidenziato come solo un genitore su 4 parla ai propri figli dei rischi dell’abuso di alcolici e che il 75% dei genitori non ritiene grave che l’iniziazione all’alcol della prole avvenga a 16.

Commenta allora il segretario Ball, tra i promotori di una campagna mirata al bere salutare: “E’ necessario che i genitori riconoscano i seri rischi che l’alcol può’ causare ai loro
figli, e l’impatto che può’ avere sulle loro vite. Tra i buoni propositi per il prossimo anno, i genitori potrebbero considerare l’idea di parlare ai loro figli dei rischi del bere”.

Matteo Clerici

Leggi Anche
Scrivi un commento