Forum sociale mondiale, oggi la Giornata d'azione globale

Incentrare il dialogo sui diritti e sulla giustizia sociale, è questa secondo Maurizio Gubbiotti, responsabile del dipartimento internazionale di Legambiente, la priorità del
Forum sociale mondiale che culmina oggi nella Giornata d’azione globale, con iniziative organizzate dalla società civile in tutto il mondo, a coronamento di una settimana di dibattiti,
convegni e marce in concomitanza col World Economic Forum di Davos.

«Una giornata di mobilitazione e di azione per dimostrare che un altro mondo è possibile – dice Gubbiotti -. Dai centri urbani alle aree rurali, la società civile ha
organizzato così la propria risposta con centinaia di azioni delocalizzate e auto organizzate, tutte imperniate però su temi legati alle battaglie sociali. Sono i diritti,
infatti, la chiave necessaria per leggere gli equilibri e gli squilibri internazionali. Anche il tema dell’ambiente va considerato sotto questo profilo ed è ormai indissolubilmente
legato alla questione dell’energia e dei mutamenti climatici».

Per questo l’iniziativa principale organizzata oggi da Legambiente si svolge a Brindisi, territorio simbolo di una servitù energetica e chimica che in questi anni ha fatto troppi danni e
dove s’impone ora la necessità di scelte sostenibili.
«Per la prima volta, – continua il rappresentante di Legambiente – dall’incontro di Davos arrivano segnali interessanti proprio nella direzione auspicata. L’ambiente, la salute e il
lavoro vengono affrontati come diritti, ed è una novità importante perché tra i due forum, negli anni passati, gli elementi di confronto sono stati praticamente
inesistenti. Dopo cinque edizioni di Forum sociale mondiale, le richieste della cittadinanza attiva e del movimento sono finalmente riuscite a ‘stingere’ sul mondo dell’economia, nonostante la
politica continui a rimanere sorda. Oggi, non c’è più solo la rivendicazione ma anche il confronto su modelli e pratiche diverse».

Leggi Anche
Scrivi un commento