Forlì – Cesena: interventi finanziari a favore dei Confidi

Forlì Cesena – Previsti dalla Giunta della Camera di Commercio di Forlì-Cesena ulteriori 150mila euro quale concorso finanziario per contribuzione in conto interessi
tramite le Cooperative di garanzia e i Consorzi fidi della provincia, in aggiunta ai 700mila già stanziati precedentemente, il plafond è suddiviso tra i vari settori produttivi.

Lo stanziamento di 150.000 euro è stato deliberato dalla Giunta della Camera di Commercio di Forlì-Cesena nella riunione del 20 novembre scorso, nell’ottica di sostenere il
credito che è una delle linee programmatiche prioritarie portate avanti con continuità nel tempo dall’Ente. L’iniziativa è stata assunta per venire incontro alle nuove
richieste dei Confidi della provincia, sollecitati dalle domande provenienti dal mondo imprenditoriale e finalizzate alla realizzazione di investimenti, considerati i limitati stanziamenti e il
ritardo con cui si sono avviati nel 2007 gli interventi del piano di sviluppo triennale della Regione Emilia-Romagna. Questa decisione dell’Ente riguardante i Confidi si applicherà alla
contribuzione in conto interessi a fronte di investimenti realizzati dalle imprese.

La somma va ad aggiungersi agli altri 700.000 euro stanziati nel corso del 2007; i complessivi 850.000 euro serviranno a facilitare gli investimenti produttivi delle imprese e a consolidare le
passività a breve termine, attraverso l’accesso al credito garantito, tramite le Cooperative di Garanzia o Consorzi Fidi locali.
Il plafond è suddiviso tra i vari settori economici – commercio, artigianato, industria, cooperazione, agricoltura – ed è ripartito fra le diverse cooperative di garanzia; ciascun
confidi può decidere, riguardo alla somma destinata e limitatamente ai 700.000 euro iniziali, quanto riservare all’abbattimento del costo degli interessi e quanto al fondo rischi, sempre
nel rispetto dei disciplinari che regolano i due interventi.

La maggiore richiesta di finanziamenti presuppone una crescita degli investimenti da parte delle imprese, legata alla ripresa economica. La Camera di Commercio si adopera pertanto per dare
risposte concrete a tali esigenze, considerando l’accesso al credito uno strumento da sostenere e incentivare ai fini del miglioramento dei processi produttivi di tutto il sistema
imprenditoriale locale.

Leggi Anche
Scrivi un commento