Finanziaria, approvate in Commissione bilancio risorse per nuove autostrade

“La Commissione bilancio fa la festa al Protocollo di Kyoto” è questa la battuta con cui Legambiente commenta il voto della Commissione Bilancio della Camera sugli emendamenti alla
Finanziaria, “sono passati esattamente 10 anni dalla ratifica del Protocollo, in Italia le emissioni sono aumentate del 13% invece di diminuire del 6,5% come sottoscritto; invece di cambiare si
continua alla solita vecchia maniera con nuove strade e autostrade”.

Legambiente denuncia il fatto che in Commissione bilancio siano stati approvati emandamenti che stanziano risorse per il progetto del nuovo Grande Passante autostradale di Bologna (9 milioni di
Euro nel biennio), che inseriscono la nuova Autostrada Nogara-Mare Adriatico nella Legge Obiettivo, che trovano risorse per la nuova Pedemontana di Formia e per la superstrada Grosseto-Fano
(rispettivamente 5 milioni e 3 milioni di Euro nel biennio).
Incredibile, malgrado le denunce di Legambiente e Comitati dei pendolari, le rassicurazioni da parte di esponenti del Governo nulla cambierà in una Finanziaria che non mantiene le
promesse di Prodi (è sparito il progetto 1000 treni per i pendolari) e riduce drasticamente le risorse per il servizio ferroviario pendolare (-25% rispetto al 2007).

Ancora più incomprensibile la decisione della Commissione Bilancio perché aggiunge risorse a quanto già previsto per le grandi opere della Legge Obiettivo in Finanziaria.
Rispetto al 2007 le risorse crescono del 22%! 3.612milioni di Euro da investire per le opere proposte dal Ministro Di Pietro. Ossia soprattutto nuove autostrade che richiedono ingenti
investimenti pubblici come la Pedemontana Lombarda, la Pedemontana Veneta, la Ravenna-Venezia solo per citare le più note.
“A 10 anni da Kyoto queste decisioni danno il senso della distanza del quadro politico italiano dalla discussione in corso sui cambiamenti climatici e dalle decisioni che si stanno assumendo a
Bali nella conferenza dell’Onu sul clima”.

Leggi Anche
Scrivi un commento