Finanziaria agricola: il governo segua l’esempio degli altri paesi europei

Finanziaria agricola: il governo segua l’esempio degli altri paesi europei

“Insieme a Fai e Flai, abbiamo presentato a parlamento, governo e sistema delle imprese alcune proposte che consideriamo minime e indispensabili per evitare il rischio di una grave caduta
dell’occupazione nel settore agricolo conseguente alla chiusura di tante aziende che in questo momento sono in grande difficoltà”. È quanto ha dichiarato il segretario generale
della Uila-Uil Stefano Mantegazza dopo la presentazione, in sede di audizione presso la commissione agricoltura del senato del documento unitario, sottoscritto da Fai, Flai e Uila, contenente le
proposte di modifica e integrazione alla legge finanziaria 2010.

“In una situazione di grande difficoltà per il settore agricolo che coinvolge sia l’Italia che il resto dell’Europa” ha
proseguito Mantegazza “ci attendiamo dal governo italiano comportamenti coerenti con quelli assunti dagli altri paesi che hanno confermato nelle loro leggi economiche il sostegno al settore e,
come nel caso della Francia, lo hanno addirittura aumentato. In un momento difficile come questo, siamo convinti che sostenere il sistema agricolo sia l’unica strategia utile per evitare la
chiusura di tante aziende e la perdita di tanti posti di lavoro”.

Leggi Anche
Scrivi un commento