Festa: S. Antonio Abate domenica ai Quercioli

Ricco come non mai il programma della Festa di Sant’Antonio Abate, il santo protettore degli animali che si celebra domenica 20 gennaio,lLa location è quella ormai
tradizionale del Santuario della Maria Ausiliatrice dei Quercioli, diventato la custode di questa antica tradizione organizzata e promossa da Coldiretti con il patrocinio della
Provincia di Massa Carrara, Comune di Massa, Comunità Montana della Lunigiana e Banca Apuana, che ha trovato nella Comunità Parrocchiale guidata dal Parroco Mario Amadi il
dinamismo e il desiderio di portare avanti un appuntamento che unisce insieme lo spirito e la preghiera, alla terra e all’agricoltura. In programma, nella Piazzetta antistante la Chiesa la
Santa Messa dove alle 10 Sua Eccellenza Mons.

Edoardo Ricci, vescovo emerito di San Miniato, procederà alla benedizione degli animali. Invitati alla festa i bambini e le loro famiglie che potranno far benedire i loro piccoli
amici e compagni di giochi (cani, gatti, uccellini, pesci e piccoli rettili etc) e vedere (e toccare) mucche, capre e cavalli e tutti gli animali dell’aia.

Tanti i momenti e le iniziative in agenda a rinforzare una tradizionale festa a cui la Coldiretti tiene particolarmente: dalla fattoria didattica che ospitrerà molti animali alla
mostra fotografica e al concorso «I Pastori di altri Tempi», scatti in bianco e nero portati in dote dai pastori della provincia di Massa Carrara; pezzi di storia
scovati nei cassetti di nonni e generazioni di allevatori che verranno mostrati all’interno di una galleria fotografica suggestiva e sorprendente.

Dopo la prima uscita durante la serata di presetazione dell’ultimo libro di Harry Potter alla libreria «Libri in Armonia», proseguirà, anche ai Quercioli, la raccolta di
adesioni alla Fondazione Campagna Amica promossa da Coldiretti a cui possono aderire tutti i cittadini che hanno a cuore questioni come la genuinità dei prodotti agroalimentari ma
anche tematiche come la clonazione. Presente anche uno stand dell’Epaca, il patronato interno all’organizzazione agricola con Emanuele Bertocchi.

Tra le iniziative di sicuro appeal e curiosità: la fabbrica della ricotta. Per la prima volta gli allevatori dell’Apa, l’associazione che li raduna, faranno vedere
come dalla munta si arriva alla ricotta che finisce nelle nostre tavole con tanto di assaggino finale: un viaggio alla «Linea Verde» per scoprire i segreti dei pastori nostrani.

Leggi Anche
Scrivi un commento