Ferrara: Coldiretti, non esiste nessun accordo per la ricerca metanifera nel territorio ferrarese

“Non esiste ad oggi nessun accordo, discusso e sottoscritto tra le Organizzazioni Agricole ferraresi e la società ALE ANNA RESOURCES, che ha in progetto una attività
di ricerca metanifera nel territorio del basso ferrarese”.

Lo ribadisce Coldiretti Ferrara, che in una lettera inviata ai sindaci dei comuni interessati evidenzia come non sia stato raggiunto alcun accordo con la indicata società in
quanto sino ad ora si svolti unicamente, e pochi, incontri tecnici per capire esattamente il tipo di ricerca da mettere in atto e capire anche conseguentemente il tipo di proposta che
verrebbe avanzata alle imprese agricole.

Coldiretti stigmatizza pertanto che alcuni associati abbiano ricevuta telefonate e visite in azienda da parte di incaricati della ALEANNA, con riferimenti a presunti accordi già
raggiunti, cosa non vera e ancora lontana dall’essere raggiunta, se lo sarà.

L’Associazione rimarca infatti anche tutti i dubbi riguardo l’operazione di ricerca prospettata, che pare in singolare controtendenza rispetto alle necessità di
tutela territoriale ed ambientale della nostra provincia, oltre che con l’interesse delle imprese agricole.

La particolare delicatezza geologica del basso ferrarese, caratterizzata da bradisismo negativo e da fenomeni di subsidenza, impone la massima attenzione nell’estrazione di
idrocarburi quanto peraltro anche di acqua dalle falde.

Preoccupa poi il periodo prospettato per le indagini nei terreni, coincidente con il periodo invernale, e quindi con le peggiori condizioni di accessibilità e
transitabilità sui fondi che si traducono in danni dovuti al calpestio del suolo umido ed in una riduzione della produttività delle coltivazioni per anni a venire sulle
zone interessate.

La ricerca infatti avverrebbe utilizzando pesanti mezzi che attraverserebbero una fascia interessante i comuni di Codigoro, Lagosanto, Comacchio, Migliaro e Migliarino ed un numero
imprecisato di aziende agricole, in quanto, ad oggi non è stato fornito l’elenco delle proprietà coinvolte nella ricerca stessa.

Coldiretti quindi invita gli agricoltori interessati a non sottoscrivere alcun documento o consentire ad alcuno l’accesso al proprio fondo, e di rivolgersi per informazioni presso
gli uffici Coldiretti più vicini.

Leggi Anche
Scrivi un commento