Fausto Bini: Hero torna in TV col 50% di calorie in meno

Fausto Bini: Hero torna in TV col 50% di calorie in meno

Confetture light, la nuova ricetta di Hero: intervista a Fausto Bini

Una nuova ricetta e tante calorie in meno a porzione: e infatti il conta-calorie sembra impazzito, ma non si sbaglia. Possibile che una porzione di confettura alle fragole abbia solo 7 calorie?  E pensare che qualcuno, forse sul tram, sostiene che un bacio ce ne fa consumare 2, farsi un selfie 3 e un cambio d’abito ben 5: è quello che con ironia racconta il nuovo spot Hero Light.

Fausto Bini

Fausto Bini

Un gioco per spiegare come, grazie alla nuova ricetta ancora più naturale delle confetture Hero Light, le calorie siano state ridotte del 50%, senza però intaccare il gusto: “Hero torna in TV dopo molto tempo per dare un messaggio diretto sulla sua linea senza zucchero aggiunto –  spiega Fausto Bini, direttore commerciale di Hero Italia – Il tenore calorico eccezionalmente basso delle nostre confetture (dalle 7 alle 11 calorie per porzione a seconda dei vari gusti) rappresenta un grande valore per chi pur facendo attenzione alla linea, non è disposto a scendere a compromessi con il gusto. Il mercato va in questa direzione, attribuendo indubbi vantaggi per la salute oltre che per la forma fisica”.

 

Hero Italia apre il 2017 con una bella novità. Ci parla della scelta di tornare in TV con uno spot?
Manchiamo dal piccolo schermo da una ventina d’anni e oggi, dopo una lunga fase di risanamento aziendale che ci ha impegnati moltissimo (ma dopo la semina arriva il raccolto, giusto per usare una metafora a tema), siamo pronti per un grande ritorno in televisione. L’investimento è stato importante: dal 15 gennaio 2017 e fino a marzo avremo quindici secondi per raccontare i nostri punti di forza e trasmettere i nostri valori. Lo faremo attraverso una campagna TV in esclusiva sulla piattaforma RAI inclusi i canali del digitale, ed il circuito Rai delle sale cinematografiche multiplex e salotti cittadini ovvero quelli ubicati nel cuore delle più importanti città italiane.  In realtà ci sarebbe dell’altro, ma è ancora presto per comunicarlo ufficialmente: un piccolo indizio porta nella direzione di un grande evento televisivo adorato e seguitissimo dagli italiani da decenni. Insomma, Hero sarà protagonista di questo 2017.

HeroLight_Immagine_SpotTV

 

 

 

Dunque un grande investimento?
Decisamente. Un investimento elevato se confrontato con il nostro fatturato, che come Hero Italia è ridotto rispetto ai numeri di una multinazionale. Ci crediamo moltissimo e sappiamo che è il modo giusto per comunicare i nostri prodotti e aumentare la conoscenza del marchio.

Quali prodotti Hero sono al centro dello spot? Quali messaggi veicolate e in che modo avete scelto di farlo?
Protagonista è la nostra confettura Hero Light e il carattere dello spot è molto chiaro e diretto. Il messaggio si concentra sul tenore calorico eccezionalmente basso delle nostre confetture (mediamente 8 calorie per porzione da 20 grammi) raccontato attraverso un simpatico confronto fra alcune semplici azioni quotidiane che consentono di bruciarle facilmente: un selfie, un cambio d’abito, un bacio… Un gioco divertente che rispecchia effettivamente la leggerezza straordinaria della nostra Hero Light.

Davvero pochissime calorie. Sembra impossibile…
E invece ci siamo riusciti. Ci siamo arrivati sostituendo alcuni ingredienti con altri di origine naturale, fra i quali la Stevia, che è un edulcorante naturale in grado di fornire un ulteriore tocco di naturalezza al prodotto.

Quale il target a cui si rivolge lo spot?
Il Target dello spot è la donna in modo particolare la responsabile di acquisto (donna 25-54 anni), medio alto livello di educazione, manager o comunque lavoratrice, informatizzata, single o mamma attenta alla qualità, alle calorie e al benessere in generale.

L’identità del brand è legata ad alcuni valori: a cosa Hero non rinuncerebbe mai?
Alla naturalità. Da qualche tempo abbiamo cambiato posizionamento e il nostro nuovo logo con la fogliolina (nato dal restyling che ha interessato tutte le aziende del Gruppo a marchio Hero) che sta ad indicare proprio questa vocazione. La natura è la nostra unica fonte di ispirazione.

Com’è il consumatore italiano? Siamo davvero ossessionati dalle calorie?
L’italiano, rispetto ai consumatori del resto d’Europa e del mondo, è particolarmente attento a quello che mangia: legge le etichette e sceglie i prodotti che reputa migliori, pur badando al rapporto qualità/prezzo (sul quale mi sento di dire che Hero è quasi imbattibile). Tutti i nostri prodotti soddisfano queste esigenze, compreso il ridotto apporto calorico.

Hero oltre alla lavorazione della frutta, ha anche una linea di prodotti a base di cereali: quale l’andamento nel 2016 dell’una e dell’altra linea? Ci fa una fotografia degli italiani a tavola/a colazione in base alle vostre vendite?
Si tratta di due mercati totalmente diversi con andamenti differenti. Per quanto riguarda le confetture, gli ultimi anni sono stati positivi, il mercato a fine ottobre 2016 cresceva del 3,4% (dati IRI I+S AT OTT ’16), mentre il segmento dei prodotti light/senza zucchero crescono a due cifre.
Naturalmente le confetture si inseriscono principalmente nel momento più importante della giornata, che è la prima colazione.
Per ciò che concerne le barrette ai cereali, dopo una vera e propria esplosione datata circa due anni fa, stiamo vivendo un calo (soprattutto nel segmento bambini, che non ci riguarda direttamente), ma continuiamo a restare posizionati al quarto posto, sotto i tre grandi player mondiali del settore.
Per riassumere, il peso della categoria confetture in Hero Italia è pari al 75% del fatturato, il residuo 25% possiamo attribuirlo alla categoria delle barrette ai cereali che si inseriscono nel segmento snack rompi-digiuno e ai succhi e bevande a base di frutta.

Un plus di Hero rispetto ai competitor?
Un rapporto qualità prezzo vincente.

Che tipo di relazione avete con il consumatore? Lo “ascoltate”?
Qui nella nostra sede di Verona abbiamo un efficientissimo Customer Service che riceve suggerimenti e consigli, ma è anche un canale aperto e diretto per rispondere tempestivamente a tutte le domande che ci vengono sottoposte. Naturalmente i consumatori ci trovano e ci scrivono anche sulle nostre pagine Facebook e Instagram.

Un anno che comincia con un grande ritorno dunque. Quali sono gli obiettivi e le altre eventuali novità del 2017?
L’obiettivo che ci diamo è quello di superare la quota/valore dell’8% per le confetture e del 6% per le barrette ai cereali. Per l’anno appena cominciato abbiamo in serbo diverse sorprese:
Il lancio della nuova linea di confetture Extra “Frutta di Stagione”: confetture prodotte da materie prime raccolte nella stagione di maturazione del frutto;
Un rinnovo nel packaging della linea di barrette Hero Muesly e Hero Light queste ultime con un nuovo packaging e posizionamento.
2 concorsi con premi molto appetibili/incentivanti e di appeal nel mondo barrette e nel mondo confetture;
Una grande innovazione nel mondo del formato pouch (formato molto innovativo nel food e di cui Hero è uno dei più grandi produttori mondiali): Hero entra nel mercato con un prodotto a base cereali e latte arricchito di magnesio rivolto a tutti coloro che hanno una vita attiva inclusi gli sportivi. Il 2017 vedrà anche un presidio massiccio sul punto vendita con materiale promozionale come anche sui social.

A proposito di punto vendita, qualche dato sulla distribuzione?
Siamo presenti in Italia con una distribuzione che sfiora il 92% nelle confetture e oltre il 50% di distribuzione per le barrette (dati IRI I+S AT OTT ’16) e che ci vede sugli scaffali delle maggiori catene, esclusi naturalmente i discount.

Hero è anche catering, un marchio conosciutissimo per le linee hotellerie. Anche qui troveremo la linea Light?
Confermiamo la nostra leadership in questo segmento (soprattutto nella fascia di strutture medio alte) con le monoporzioni alluminio e vetro. In entrambi i formati rimane forte la posizione del marchio Light, sempre più richiesto dalle catene/hotel che vogliono fornire una colazione in linea con le tendenze del momento, che privilegiano i trend del “light” e dei “senza”.

Se fosse lei a scegliere il titolo per questa intervista?
“Hero torna in TV” a caratteri cubitali.

 

Redazione Newsfood.com

Leggi Anche
Scrivi un commento