Famiglie in crisi, giovani sempre più poveri

Famiglie in crisi, giovani sempre più poveri

“Il grave periodo di crisi di cui non sembra intravedersi la benché minima via d’uscita rende ancor più preoccupante la situazione dell’indotto agroalimentare, sempre più
schiacciato e messo da parte”. Lo afferma il presidente di Confeuro, Rocco Tiso a proposito dei dati sui consumi delle famiglie nel 2009 diffusi dall’Istat.  

“Il 10% delle famiglie più ricche possiede quasi il 45% dell’intera ricchezza netta delle famiglie – continua Tiso – La ricchezza è stabilmente nelle mani di pochi e lì si
ferma, impedendo la mobilità sociale, condizionando le carriere, costruendo pezzo per pezzo una parte della nostra gerontocrazia”.   

“La recessione poi non è uguale per tutti – conclude Tiso – La crisi ha determinato nel 2009 una significativa flessione dei giovani occupati, i quali hanno contribuito per il 79% al calo
complessivo dell’occupazione, calo sempre più vistoso soprattutto nel comparto agroalimentare. I giovani sono quelli che stanno pagando più caro. Ed è così che,
partendo dal basso, si costruisce un paese diseguale”.

Ansa.it per NEWSFOOD.com

Leggi Anche
Scrivi un commento