FREE REAL TIME DAILY NEWS

Manovra: Risposte immediate per l’agricoltura o partiranno le proteste

Manovra: Risposte immediate per l’agricoltura o partiranno le proteste

By Redazione

La Cia-Confederazione italiana agricoltori chiede che nella manovra del governo, attualmente in discussione in Parlamento, “vengano inserite immediate e straordinarie misure a sostegno delle
imprese, che sono costrette ad operare in grande affanno”.

L’organizzazione agricola annuncia inoltre che la sua direzione nazionale si riunirà giovedì prossimo, con la partecipazione del ministro delle politiche agricole Giancarlo Galan,
“per decidere tempi e modi di una nuova massiccia mobilitazione che dovrebbe avvenire dal 15 luglio in poi”.  

“Stiamo vivendo – afferma il presidente della Cia, Giuseppe Politi – un momento estremamente difficile. I costi delle imprese sono insostenibili e dal prossimo agosto aumenteranno ulteriormente,
visto che il 31 luglio finirà la fiscalizzazione degli oneri sociali per le imprese delle zone svantaggiate e di montagna. Un quadro allarmante che rischia di mettere fuori gioco migliaia
di aziende. Solo nello scorso anno oltre 50 mila sono state costrette a chiudere i battenti. Bisogna, quindi, intervenire e in maniera concreta”.   

Tra le misure immediate da adottare e da inserire, attraverso opportuni emendamenti, nella manovra anti-crisi, la Cia chiede la proroga della fiscalizzazione degli oneri sociali per le zone
svantaggiate e di montagna, intesa come propedeutica ad una riforma rivolta a ridurre i costi contributivi a tutte le aziende agricole, e il ripristino del “bonus gasolio” non solo per le serre,
che in questi ultimi mesi hanno subito un pesante aggravio nei costi petroliferi, ma anche per tutte le altre imprese.

Ansa.it per NEWSFOOD.com

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: