Crisi: Modificate le abitudini alimentari degli italiani

Crisi: Modificate le abitudini alimentari degli italiani

Nel 2009 sei famiglie su dieci sono state costrette a cambiare gli acquisti dei prodotti alimentari; mentre oltre il 35% ha ridotto la spesa. Il 40% ha optato per prodotti di qualità
inferiore e il 30% ha comprato soltanto “promozioni”.

Poco meno del 14% ha, invece, rinunciato a pranzi e cene fuori dalle mura domestiche (ristoranti, trattorie, tavole calde, fast food, pizzerie).

E così il carrello della spesa continua a modificarsi. In netto calo soprattutto gli acquisti di pane (-12% negli ultimi due anni). E’ quanto rilevato dalla Cia-Confederazione italiana
agricoltori in merito ai dati Istat sui consumi delle famiglie.   

Nel contesto dei ‘tagli’ alimentari, si riscontra – fa notare la Cia – che circa il 50% delle famiglie ha ridotto proprio gli acquisti di pane. Analogo il discorso per la scelta di prodotti di
qualità inferiore, dove l’orientamento delle famiglie, a livello nazionale, ha, infatti, riguardato il pane per il 41,6%.

Ansa.it per NEWSFOOD.com

Leggi Anche
Scrivi un commento