Falso Sassicaia, falso Made in Italy: non una semplice frode in commercio e/o truffa ma il colpo di grazia per tutti noi Italiani

Falso Sassicaia, falso Made in Italy: non una semplice frode in commercio e/o truffa ma il colpo di grazia per tutti noi Italiani
Frodi e truffe ci sono sempre state e sempre ci saranno.
E’ nel DNA di chi si ritiene più scaltro degli altri, cercare il modo di sfruttare in modo malandrino questa sua “superiorità.
Ognuno di noi, chi più e chi meno, siamo stati vittime di truffe, imbrogli; e ancora oggi stiamo subendo soprusi continuamente, spesso senza poter fare nulla per tutelarci. Possiamo solo cercare di essere più accorti e tenerci informati.
Se acquistiamo prodotti alimentari e poi ci accorgiamo che sono di qualità scadente rispetto a quanto dichiarato, sicuramente eviteremo di tornare in quel punto vendita.
La stessa cosa succede a livello macroscopico nei paesi viene esportata l’eccellenza del nostro Made in Italy. Non è un singolo cliente ma un intero mercato internazionale che può decidere di non acquistare più prodotti Made in Italy (di qualità, dichiarata certificata ma di dubbia certezza di autenticità)… Il compratore straniero, ma anche l’Italiano,  non si fida più del brand “Made in Italy”: troppe sono le frodi, troppi i tarocchi, troppo alte le percentuali di incappare in una trappola. Per quale motivo dovrei spendere di più per un prodotto che di qualità ha solo il nome stampato in etichetta?
Il vecchio detto: “Per colpa di qualcuno, non si fa più credito a nessuno! … potrebbe diventare: “Per colpa di qualcuno, non si acquista più il Made in Italy”
Il danno che ne deriva è mastodontico e coinvolge tutto il tessuto delle aziende che operano onestamente e tutto ciò che contribuisce a dare valore alla nostra Italianità, di conseguenza, ne risente anche l’economia nazionale.
Non è più il momento delle vacche grasse, oggi a causa del CoronaVirus, dobbiamo curare ogni dettaglio se vogliamo sopravvivere e assicurare un futuro sostenibile ai nostri giovani e alle generazioni future.
In sintesi, chi è responsabile di frodi in commercio, in particolare nel settore agroalimentare e/o comparti fondamentali del bilancio commerciale import/export… dovrebbe essere incriminato, di reato grave con sequestro dei suoi beni e interdizione,  non solo di colpa lieve, sanabile con una semplice pena amministrativa, spesso molto inadeguata.
Redazione Newsfood.com
Circa 27.700 risultati (0,34 secondi)
Navigazione nelle pagine
Leggi Anche
Scrivi un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: