Facebook: tanti amici, tanto stress

Facebook: tanti amici, tanto stress

Onori, ma anche oneri. Da un lato, Facebook (e gli altri social network) stimolano gli incontri e e le amicizie, anche se virtuali, sfruttando la loro capacità di mettere in contatto
persone lontane nello stresso momento. Tuttavia, l’essere attivi in una comunità virtuale viva e mutevole può favorire fenomeni di ansia e stress.

Lo afferma una ricerca della Napier University (di Edimburgo, Regno Unito), diretta dalla dottoressa Kathy Charles e descritta dalla BBC.

La dottoressa Charles ed il suo team hanno lavorato con alcuni volontari, sottoponendoli a varie domande per capire meglio il loro rapporto con Facebook.

E’ così emerso come, in generale, l’utilizzo del social network non fosse sempre né agevole né piacevole.

La maggioranza (63% degli intervistati) risponde con lentezza e ritardo alle richieste di amicizia, perché trova non facile decidere se accettare o no. Alcuni (30%) si sentono in colpa
quando rifiutano mentre altri (12%) si sentono semplicemente infastiditi da tale mezzo di contatto.

Ma la situazione può peggiorare: il 10% dei volontari prova ansia quando si connette al network; per alcuni di loro l’ansia da Facebook è ormai una presenza costante della vita.

Secondo la capo-ricercatrice, tali dati sono figli della natura di Facebook: maggiore interazione e possibilità di dialogo, unita però a richieste continue ed una presenza sociale
potenzialmente ingombrante.

Ad esempio, spiega la donna, “Anche se vi è una forte pressione per essere su Facebook c’è anche una notevole ambivalenza tra gli utenti sui suoi benefici. E abbiamo scoperto che
in realtà erano quelli con il maggior numero contatti, quelli che avevano investito la maggior parte del tempo nel sito, erano quelli con maggiori probabilità di essere
stressati”.

Detto altrimenti, si ha una sorta di effetto-celebrità: più amici si hanno, più si è spinti ad arricchire la propria pagina virtuale, inserendo commenti, notizie e
quant’altro piaccia al pubblico. Insomma, “Sei quasi una mini celebrità e più grande è il pubblico più si sente la pressione a dare qualcosa di te”.

FONTE: “Facebook ‘friends’ cause stress, research finds”, BBC News 16/02/011

Matteo Clerici

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute. L’autore, la redazione e la proprietà, non
necessariamente avallano il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti
accreditate e/o aventi titolo.

Leggi Anche
Scrivi un commento