EU Vet Week: proteggere la salute degli animali e garantire la sicurezza degli alimenti attraverso la rintracciabilità

EU Vet Week: proteggere la salute degli animali e garantire la sicurezza degli alimenti attraverso la rintracciabilità

Dal 1990, quando la BSE e altre malattie animali hanno causato un duro colpo da un lato alle industrie e dall’altro alla fiducia del consumatore, l’Unione Europea ha dedicato molti sforzi per
garantire la salute degli animali e la sicurezza degli alimenti. La rintracciabilità, la capacità di seguire gli animali o i prodotti alimentari in tutto il loro ciclo di
vita -dal momento della nascita o della produzione fino al nostro piatto: dall’azienda agricola fino alla nostra tavola- è stata al centro di questi sforzi. Queste tematiche saranno
al centro della EU Veterinary Week (EVW) di quest’anno, che avrà inizio Lunedì 14 Giugno e finirà Domenica 20 Giugno. Una conferenza di due giorni sull’identificazione e la
rintracciabilità lungo tutta la catena alimentare aprirà la EVW di quest’anno. 

 

John Dalli, Health and Consumer Policy Commissioner, afferma: “Oggi, diamo per scontato il fatto di conoscere tutta la storia di una bistecca o che possiamo rintracciare una singola pecora
nell’Unione Europea e i prodotti alimentari lungo tutta la catena alimentare. Questo livello di protezione della salute degli animali e la sicurezza degli alimenti non è stato raggiunto in
un giorno. Ci sono voluti anni per arrivare ad una struttura legale solida e completa e per sviluppare gli strumenti necessari che andranno a rafforzare la nostra catena alimentare”. Il
Commissario ha inoltre aggiunto: “La Veterinary Week del 2010 sottolineerà questi risultati, con particolare attenzione alla rintracciabilità.” 

 

Problematiche e benefici Rintracciando gli animali e i prodotti da loro derivati in un libero mercato di 27 Stati Membri richiede sistemi sofisticati. I cittadini spesso non sono consapevoli
dell’importanza e dei benefici di questa procedura, mentre a volte l’industria considera le regole dell’Unione Europea sulla rintracciabilità come degli ostacoli. 

 

L’esperienza mostra che la rintracciabilità aiuta ad assicurare i livelli più alti possibili di sicurezza degli alimenti e di igiene. In altre parole, limita i rischi per
l’Unione Europea di trovarsi di fronte di nuovo a una serie patologie animali, come la BSE, l’afta epizootica o la febbre suina, una volta emerse, aiuta a garantire la gestione rapida ed
efficiente di queste poiché individuate velocemente al momento del loro manifestarsi. Inoltre, la rintracciabilità assicura la qualità e il gusto degli
alimenti poiché garantisce, ad esempio, l’origine delle specialità regionali. Il consumatore sa che la sua feta è stata realmente prodotta in Grecia, che il suo
prosciutto iberico proviene dalla Spagna, che l'”Irish Beef” è veramente irlandese e che il parmigiano viene dall’Italia. La rintracciabilità può anche soddisfare esigenze
etiche, come il fatto che solo gli alimenti prodotti in fattorie biologiche possano essere denominati cibi biologici.

 

La Conferenza sulla Rintracciabilità L’obiettivo principale della conferenza sulla rintracciabilità del 14/15 Giugno è di comunicare i benefici dell’identificazione e
rintracciabilità. Tra gli altri temi proposti ci sono la Salute degli Animali (incluse le malattie infettive trasmissibili dagli animali all’uomo), la prevenzione e il controllo delle
patologie, la sicurezza e la qualità  degli alimenti, la marchiatura, la fiducia del consumatore, il benessere degli animali e il crisis management.

 

Tra gli oltre 400 partecipanti ci saranno vari rappresentanti degli Stati Membri – inclusi i Chief Veterinary Officers, Membri del Parlamento Europeo, rappresentanti delle Associazioni
Veterinarie e Mediche, esperti in ambito scientifico e rappresentanti delle associazioni delle aziende agricole.

 

Altri eventi Prima della sessione di apertura della conferenza, il Commissario Dalli e il Direttore Generale della World Organisation for Animal Health (OIE), Bernard Vallat, firmeranno
un Memorandum of Understanding, il quale ha lo scopo di facilitare l’adempimento di obiettivi di comunicazione per il World Veterinary Year “Vet2011,” che verrà celebrato il
prossimo anno.

 

La Commissione Europea e la Federazione dei Veterinari d’Europa  ha organizzato per la prima volta l’ormai annuale EVW nel 2008. Durante la  EVW di quest’anno, si
svolgeranno diversi di eventi negli Stati Membri dell’Unione Europea, organizzati dalle autorità competenti, associazioni veterinarie e facoltà di veterinaria di tutta l’Unione
Europea. Durante questi eventi, verranno distribuite informazioni inerenti l’identificazione e la rintracciabilità insieme ai diari veterinari dell’Unione Europea per l’anno accademico
2010-2011. Il loro obiettivo è incoraggiare le discussioni tra i veterinari e gli studenti di agraria e permettere una migliore collaborazione tra i professionisti di entrambi i
settori.

Maggiori informazioni sono disponibili ai siti: https://www.one-health.eu https://ec.europa.eu/food/   I video sulla
rintracciabilità sono disponibili al link:

Primapagina.it
Redazione NEWSFOODA.com + Web TV

Leggi Anche
Scrivi un commento