Energia, per Berlusconi il nucleare è il futuro perché le fonti fossili finiranno

 

“Il premier dice che il nucleare è il futuro, la verità è che il nucleare e le fonti fossili rappresentano il passato energetico del pianeta mentre il futuro
parla di efficienza energetica e fonti rinnovabili con il gas come fonte fossile di transizione”.

Così Vittorio Cogliati Dezza presidente di Legambiente commenta le dichiarazioni rilasciate dal premier Silvio Berlusconi sulla necessità per l’Italia di tornare a
produrre energia nucleare perché il combustibile fossile è qualcosa che va a finire.

“Evidentemente – continua il presidente di Legambiente – il premier non ha ben chiaro il funzionamento delle centrali nucleari perchè non possono produrre energia senza
uranio e non ci risulta che questo sia una risorsa infinita. I tempi d’esaurimento sono paragonabili a quelli del petrolio e l’Italia non è certo tra i Paesi ricchi
di questo elemento”.

 

Leggi Anche
Scrivi un commento