Energia dalle Biomasse: Firma del Protocollo d'Intesa tra la Provincia di Treviso, Veneto Agricoltura e Asco Piave

Quest’oggi in Provincia la firma del Protocollo d’Intesa tra Provincia di Treviso, Veneto Agricoltura e AscoPiave Spa per un programma strategico di sviluppo delle agroenergie da biomasse.
Presenti il presidente della Provincia di Treviso, Leonardo Muraro, l’assessore provinciale all’Agricoltura, Marco Prosdocimo, l’Amministratore Unico dell’Azienda Regionale Veneto Agricoltura,
Corrado Callegari e il presidente dell’AscoPiave S.p.A., Guido Salton.

«Il protocollo che firmiamo oggi riprende quello siglato un anno fa da Provincia di Treviso e Veneto Agricoltura ed è strategico per il territorio: s’incentiva, tra le
altre azioni, anche l’attività di ricerca. Anche se con Veneto Agricoltura il dialogo dura da tempo, si apre da oggi una nuova fase di lavori e obiettivi ambiziosi. Anche AscoPiave
è una società conosciuta, con la quale stiamo collaborando in diverse iniziative. L’obiettivo che vogliamo raggiungere per il 2020 è ottenere che il 20%
dell’energia trevigiana provenga da fonti ecocompatibili e rinnovabili. Fotovoltaico, geotermico, idroelettrico e anche biomasse: sono queste le energie pulite che la Provincia vuole promuovere
e sostenere. E il protocollo di oggi prevede anche e soprattutto lo sviluppo della produzione energetica da biomasse» ha dichiarato il presidente della Provincia di Treviso,
Leonardo Muraro.

«Veneto Agricoltura, ente che promuove la ricerca e la sperimentazione in campo agroalimentare, da anni incentiva la sinergia tra enti che operano nello stesso campo. Il protocollo
che viene siglato quest’oggi è corposo, prevede innanzi tutto la realizzazione di uno studio di fattibilità tecnica ed economica per quanto riguarda le biomasse, in
particolare la produzione di energia. Da subito partirà il lavoro tecnico» ha aggiunto Corrado Callegari.

«La nostra dipendenza energetica dall’estero è attualmente dell’84%, nel 2020 salirà al 95%. E’ per questo che è opportuno incoraggiare
strategie per reperire forme di energie alternative, soprattutto quelle rinnovabili, naturalmente con un occhio alla salvaguardia dell’ambiente. Da questo protocollo partiranno diverse
iniziative interessanti per il territorio» ha commentato Guido Salton.

Infine l’assessore provinciale, Marco Prosdocimo ha specificato che con questo documento «s’individuano, relativamente alle biomasse, quali debbano essere le fonti e le
quantità, stabilire il tipo di impiantistica e le funzionalità. Verranno date così risposte in campo energetico anche al mondo agricolo».

Il protocollo prevede la realizzazione di uno studio di fattibilità tecnica ed economica. Poi, ognuno dei tre Enti, in base alle proprie competenze, sarà chiamato in
causa per operazione di coordinamento, promozione, informazione e diffusione di iniziative colte alla valorizzazione della biomassa, favorendo anche forme di aggregazione locale al fine di
sfruttare a fini energetici il potenziale della Provincia di Treviso. La firma riguarda infatti in particolare la produzione di energia tramite biomasse ottenute dai sottoprodotti agricoli.

Contestualmente, sarà presentato anche un Protocollo d’Intesa già sottoscritto tra la Provincia di Treviso e Veneto Agricoltura che tratta tutti gli argomenti di
comune interesse tra le due istituzioni, dalla ricerca e sperimentazione agronomica all’organizzazione di iniziativa a carattere didattico – formativo.

Documento allegato:
protocollo d’intesa bioenergia

Leggi Anche
Scrivi un commento