Energia, Adoc: l’Iva sul gas va ridotta al 10%

Energia, Adoc: l’Iva sul gas va ridotta al 10%

Roma – Secondo l’Autorità per l’energia elettrica e gas i prezzi energetici sono mediamente più alti della media europea. Per Adoc questo
è un fattore critico che incide profondamente sull’economia delle famiglie, occorre ridurre al 10% l’Iva sul gas.

“Non c’è motivo per cui in Italia i prezzi dell’energia debbano essere più alti della media europea – dichiara Carlo Pileri, Presidente dell’Adoc – con la conseguenza che a
pagarne dazio sono le famiglie italiane. Inoltre la discesa dei prezzi energetici è troppo lenta, nonostante i nuovi tagli di luglio, che seguono quelli di dicembre e aprile, portino un
risparmio sulla spesa media delle famiglie di oltre 200 euro. Per un maggiore risparmio occorre ridurre al 10% l’Iva sul gas, senza limiti per i consumi di chi ha la caldaia autonoma o il
riscaldamento centralizzato. Al momento tale riduzione è applicabile fino ad un massimo di 480 metri cubi annui, per qualsiasi tipo di consumo incluso il riscaldamento, ma non basta per
alleviare le spese delle famiglie. Questa misura costituirebbe anche un incentivo per l’utilizzo della caldaiette, in grado di apportare un concreto risparmio energetico.”

Adoc approva la realizzazione di una borsa del petrolio europea.

“Sosteniamo – continua Pileri – la decisione dell’Authority di approfondire il progetto di una borsa del greggio europea ma ora dalle parole si passi ai fatti. Riteniamo, inoltre, che il
settore carburanti debba essere posto sotto il controllo dell’Authority stessa. In ultimo, nutriamo perplessità per la decisione di estendere a tutti nel 2010 la tariffa bioraria, che
permette di pagare meno i consumi effettuati nella fascia notturna. C’è il rischio che da questo intervento ne risenta negativamente chi, come le anziane e le persone malate, passa tutta
la giornata in casa. In questo caso, difatti, la spesa per i consumi di riscaldamento, aria condizionata e macchinari sanitari potrebbe aumentare”.

Leggi Anche
Scrivi un commento