Emergenza cibo, una task force dell'ONU per affrontare la crisi

Con i prezzi di riso e grano destinati a salire ancora, come ha dichiarato il presidente della Banca mondiale Robert Zoellick, il segretario generale dell’Onu Ban Ki Moon decide di prendere
l’iniziativa: ha chiesto oggi ai paesi donatori due miliardi e mezzo di dollari come prima misura tampone per arginare la crisi alimentare provocata dell’impennata dei prezzi dei prodotti
agricoli che ha già scatenato violente proteste nei paesi più poveri.

«Una sfida globale senza precedenti» l’ha definita Ban ki Moon da Berna annunciando la creazione di una task force il cui primo obbiettivo sarà quello di «nutrire gli
affamati». Dalla città svizzera dove si è concluso il vertice a porte chiuse delle istituzioni internazionali sull’emergenza cibo, Zoellick e il segretario dell’Onu hanno
chiesto ai paesi di non bloccare le esportazioni di beni alimentari per fronteggiare la crisi.

Leggi Anche
Scrivi un commento