E’ ufficialmente partita la stagione dell’agnello gallese IGP in Italia

E’ ufficialmente partita la stagione dell’agnello gallese IGP in Italia

È ufficialmente partita la nuova stagione dell’agnello gallese IGP in Italia. Come tutte le carni che vengono prodotte in modo naturale, anche il Welsh Lamb IGP è un prodotto
stagionale, a disposizione dei buongustai italiani tutto l’anno, ma con una presenza più intensa e con maggior disponibilità di tagli a partire da luglio fino a febbraio.

Il Welsh Lamb è ormai presente nella grande distribuzione italiana in maniera molto importante: con l’affermarsi del marchio e con il passare del tempo la presenza di questa carne è
diventata molto più capillare, tanto da renderla un punto di riferimento per la carne ovina di qualità. Carne tenera e dal sapore naturale, il Welsh Lamb si trova nei banchi di
carne fresca delle principali insegne della grande distribuzione, è disponibile in diversi tagli sottovuoto ed è riconoscibile dal logo Agnello gallese IGP.

Jeff Martin, responsabile dell’ufficio italiano di HCC (Hibu Cig Cymru), l’Ente che si occupa della promozione delle carni gallesi, ci racconta il perché del successo di questo prodotto
e delle aspettative di questa nuova stagione sul mercato italiano.

Com’è la situazione del mercato italiano e come vive il consumatore italiano la carne ovina gallese?

‘Il consumatore italiano apprezza moltissimo l’agnello gallese innanzitutto perché una carne buona, tenera, con un gusto delicato e naturale, mai eccessivamente saporita. Inoltre
proviene da una terra verde e incontaminata ed è un prodotto sicuro, garantito da una filiera controllata e dal marchio di Indicazione geografica protetta. Non da ultimo, il consumatore
italiano ha imparato a conoscere anche altri tagli, oltre alle costolette, e ha imparato a cucinarli e a capire quanto la carne d’agnello possa essere versatile, oltre che buona. Per tutte
queste motivazioni le esportazioni di Welsh Lamb IGP in Italia stanno andando bene: il consumatore italiano è disposto a spendere un po’ di più per un prodotto buono e sicuro’.

Nel Regno Unito invece come stanno andando le vendite?

‘Molto bene, il Welsh Lamb sta ottenendo grandissimi risultati. In controtendenza con un calo dei consumi che ha interassato tutta la Gran Bretagna, l’agnello gallese ha registrato un
incremento delle vendite del 21%, nonostante il prezzo sia aumentato del 10% circa. Questo significa che anche in Gran Bretagna il consumatore sta molto attento alla qualità ed è
disposto a spendere di più per un prodotto buono e sicuro. Questo sicuramente gratifica molto l’industria gallese delle carni, premiata per gli elevati standard qualitativi che è
tenuta a rispettare in tutta la filiera produttiva’.

Tornando al mercato italiano, dove possiamo trovare il Welsh Lamb IGP?

‘Le insegne che hanno scelto la qualità gallese sono numerose. Il Welsh Lamb è ad oggi presente nei punti vendita di alcune fra le più importanti catena della gdo italiana
al centro/nord, mentre al sud è presente nei piccoli supermercati e nelle macellerie. Possiamo dire che il Welsh Lamb IGP si trova in quasi il 50% della grande distribuzione italiana e
questo per noi è un grande successo”.

L’Agnello Gallese è un prodotto stagionale: quando è possibile trovarlo?

‘In Galles gli agnelli crescono in totale libertà in pascoli verdi e puliti, e si cibano di erba seguendo l’andamento delle stagioni. Per questo motivo le esportazioni di carne ovina
gallese sono più massicce in periodi ben precisi dell’anno. Solitamente la stagione inizia a luglio e termina verso febbraio/marzo. È bene precisare però che, grazie ai
progressi dell’industria gallese delle carni, oggi fra le più importanti e all’avanguardia d’Europa, il Welsh Lamb è disponibile nella gdo italiana tutto l’anno. Quest’anno, nello
specifico, l’inverno in Galles è stato molto lungo, pertanto la stagione ha tardato un po’ a cominciare. Abbiamo però ufficialmente iniziato ad esportare Welsh Lamb e ci
aspettiamo entro la fine della stagione un 15% delle vendite rispetto all’anno precedente quando avevamo esportato in Italia 6.500 tonnellate di carne d’agnello’.

Per informazioni: www.agnellogallese.it

Redazione Newsfood.com+WebTv

Leggi Anche
Commento ( 1 )
  1. Antonia Lanza dAjeta
    14 Aprile 2015 at 6:26 pm

    Dove posso trovare l’agnello Gallese a Firenze ? Ho bisogno di sapere i nomi / indirizzi delle macellerie.
    Grazie mille

Scrivi un commento