DNA: un gene unisce genio e follia

DNA: un gene unisce genio e follia

Adesso è ufficiale: genio e follia sono due facce della stessa medaglia, con in comune un gene.

Lo sostiene una ricerca della Semmelweis University (Ungheria) pubblicata sulla rivista “Psychological Science”.

Gli scienziati affermano come il gene in questione sia “Neuregulina-1”: esso è in grado di potenziare il funzionamento del cervello ma (se mutato) è anche legato a malattie come
depressione, schizofrenia e disturbo bipolare.

Per verificarlo, gli studiosi hanno analizzato un gruppo di volontari ad alto tasso di creatività. Essi sono stati sottoposti a questionario (per misurare il loro livello di
originalità e flessibilità) poi ad prelievo del sangue.

Spiegano i ricercatori: “I risultati mostrano un chiaro legame tra il gene neuregulina-1 e la creatività. I volontari con una variante specifica di questo gene sono stati piu’ inclini ad
avere punteggi più’ elevati sulla valutazione della creatività’ e delle realizzazioni. I fattori molecolari che sono associati a gravi disturbi mentali. ma che sono presenti in
molte persone sane, possono avere un vantaggio che ci permette di pensare in modo piu’ creativo”.

Matteo Clerici

Leggi Anche
Scrivi un commento