Diocesi Milano – Padiglione Expo 2015 – Percorso della Chiesa Ambrosiana per EXPO

Diocesi Milano – Padiglione Expo 2015 – Percorso della Chiesa Ambrosiana per EXPO

—–Original Message—–
Date: Sat, 11 Oct 2014 09:42:17
Subject: Diocesi Milano – Padiglione Expo 2015 – Percorso della Chiesa Ambrosiana per EXPO – Istituto Europa Asia informa

Istituto Europa Asia IEA Europe Asia Institute

Un Percorso della Chiesa milanese per EXPO 2015

RIFONDARE IL SISTEMA ECONOMICO: AL CENTRO GIUSTIZIA, EQUITA’ E DIRITTI

Colombo Clerici:  La Chiesa Ambosiana  importante motore, nella vita della Citta’, ma soprattutto  riferimento morale e spirituale, ispiratrice di valori civili.»

*    *    *
In diverse tappe – la prima il 21 ottobre prossimo – coinvolgerà le famiglie della Diocesi e si concluderà nell’ottobre 2015

La Santa Sede, la Diocesi di Milano e Caritas Internationalis, Italiana e Ambrosiana, saranno presenti nello spazio espositivo di EXPO 2015 rispettivamente con un padiglione e un palinsesto di eventi e iniziative.

In sintonia con questo coinvolgimento la Chiesa di Milano  – con Caritas Ambrosiana, Servizio per la Famiglia, Ufficio per la Pastorale Sociale, in collaborazione con ACLI, Forum Regionale delle Associazioni Familiari della Lombardia, Oasi per la Famiglia –  aderisce alla Campagna promossa da
Caritas Internationalis

“Una sola famiglia umana. Cibo per tutti” e promuove un Percorso di approfondimento per mettersi in ascolto delle esperienze già in atto sui territori diocesani, trarne riflessioni condivise e traiettorie di azione comune sui temi di alto valore civile e religioso connessi col nutrirsi in giustizia e nel rispetto della vita di tutti.

Il percorso è mosso da interrogativi importanti e urgenti: come ripensare i principi del nostro sistema economico e le attuali politiche socioeconomiche per garantire il benessere della persona e della famiglia? Come attivare le diverse forme aggregative e associative presenti nella nostra società perché assumano un ruolo di veri protagonisti del cambiamento? Quale ruolo le famiglie possono giocare nella costruzione di una vita buona per le generazioni di domani?

Le risposte a queste domande sono ormai tematizzate dalla riflessione economica e sociologica, che offre degli orientamenti precisi.

Si avverte più che mai oggi la necessità di ripensare il sistema socioeconomico in modo strutturale a partire dalla capacità di organizzare le relazioni fra membri di uno stesso contesto di vita per la soddisfazione dei bisogni, la tutela dei diritti e la cura della dignità di ogni persona, come del resto è chiaramente suggerito dal significato stesso del termine ‘economia’.

È ugualmente chiara l’urgenza di rifondare il sistema economico mettendo al centro i temi della condivisione e dell’equità, valorizzando esperienze e pratiche capaci di porre il bene comune al centro delle scelte individuali, orientate ad assicurare a ciascuno e a tutti i membri della “sola famiglia umana” condizioni di vita dignitose.

La rete di buone relazioni può così costituire una risorsa generativa nella comunità, decisiva per soddisfare i bisogni personali di tutti.

Il Percorso intende accompagnare il prossimo anno pastorale 2014-2015 e concludersi con un evento che si realizzerà nel mese di Ottobre 2015.

A titolo esemplificativo si citano alcune delle buone pratiche possibili, già in atto nei territori, che potrebbero essere messe a tema nei “laboratori”: mutuo aiuto tra le famiglie, gruppi di acquisto solidale e familiare, accoglienze in rete di minori, adulti e famiglie in difficoltà (affido, famiglie d’appoggio), scambio dell’usato, baratto e banche del tempo, co-housing, condivisione di beni, “sharing”, fondi comuni di solidarietà per il sostegno di persone e progetti.

Il presidente dell’Istituto Europa Asia Achille Colombo Clerici commenta:
« La Chiesa Ambosiana si pone, nel solco della tradizione storica, al centro della vita della Citta’ come importante motore, ma soprattutto come riferimento morale e spirituale, e come ispiratrice di valori civili.»

Redazione Newsfood.com

Leggi Anche
Scrivi un commento