Dieta mediterranea, difesa efficace contro la sindrome metabolica

Dieta mediterranea, difesa efficace contro la sindrome metabolica

La medicina preventiva inizia a tavola: scegliendo la dieta mediterranea, si dà il via ad un processo che riduce la sindrome metabolica, generando a cascata una serie di effetti
positivi, per il cuore e l’intero organismo.

Così argomenta una ricerca della Harokopio University (di Atene, Grecia) diretta dal dottor Demosthenes Panagiotakos e pubblicata sul “Journal of American College of Cardiology”.

Panagiotakos e la sua equipe hanno controllato i risultati di 50 ricerche su alimentazione e salute cardiovascolare, per un totale di più di 500.000 volontari. In particolare, gli
esperti hanno messo a confronto le conseguenze portate dalla dieta mediterranea con quelle di altri stili alimentari.

E’ così emerso come i seguaci della dieta mediterranea (sia in stile greco che italiano) ottenessero minore vulnerabilità alla sindrome metabolica rispetto a quelli che
preferivano pietanze diverse.

Non si tratta di un vantaggio trascurabile: come ricordano gli esperti, minor rischio di sindrome metabolica vuol dire minor probabilità di obesità od eccesso di colesterolo e, di
conseguenza, un pericolo ridotto di malattie cardiache e cardiovascolari.

Conclude allora il dottor Panagiotakos: “I nostri risultati aggiungono alle conoscenze esistenti, e dimostrano ulteriormente la funzione protettiva e il significato che i fattori dello stile di
vita, e le abitudini alimentari, hanno quando si tratta dello sviluppo e la progressione della sindrome metabolica”.

FONTE: Christina-Maria Kastorini, Haralampos J. Milionis, Katherine Esposito, Dario Giugliano, John A. Goudevenos, and Demosthenes B. Panagiotakos, “The Effect of Mediterranean Diet on
Metabolic Syndrome and its Components: A Meta-Analysis of 50 Studies and 534,906 Individuals”, J. Am. Coll. Cardiol., March 15, 2011; 57: 1299 – 1313.

Matteo Clerici

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute. L’autore, la redazione e la proprietà, non
necessariamente avallano il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti
accreditate e/o aventi titolo.

Leggi Anche
Scrivi un commento