Dall’AGEA boccata di ossigeno per le aziende agricole

Dall’AGEA boccata di ossigeno per le aziende agricole

Sono state sbloccate le procedure di pagamento dei fondi comunitari per centinaia di migliaia di agricoltori italiani. Ad annunciarlo è la Coldiretti dopo che Agea, l’Agenzia per le erogazioni in agricoltura, ha avviato l’iter per far arrivare alle aziende i finanziamenti dovuti.

Un provvedimento fortemente sollecitato da Coldiretti che rappresenta una boccata d’ossigeno per le imprese dopo il crollo dei prezzi dei prodotti agricoli. I tempi di arrivo effettivo dei fondi – spiega la Coldiretti – dipenderanno ora dagli organismi pagatori sul territorio.

I pagamenti – sottolinea Coldiretti – erano stati sospesi a causa della necessità di calcolare l’esatto ammontare dei titoli definitivi. Un’incertezza determinata dal fatto che si tratta del primo anno di applicazione della nuova Politica agricola comune (Pac) dell’Unione Europea che stanzia complessivamente 21 miliardi fino al 2020 per gli aiuti diretti agli agricoltori.

A novembre Agea aveva erogato un anticipo dei fondi, circa la metà della somma, che avevano “raggiunto” però solo il 50 per cento degli aventi diritto. Ora, con la pubblicazione del registro dei titoli definitivi, verrà inviata la seconda tranche del pagamento, comprese le aziende che non avevano ancora ricevuto nulla a cui i soldi saranno inviati tutti assieme. L’Agea ha in preparazione anche un decreto per completare i pagamenti della “vecchia” Pac rimasti sospesi, anche qui rispondendo a una precisa richiesta della Coldiretti per sanare la situazione.

Il completamento dei pagamenti alle aziende è importante – sottolinea Coldiretti – anche in considerazione dell’imminente scadenza del termine per la presentazione della Domanda Pac 2016, che dovrà essere effettuata entro il prossimo 15 maggio. A tale proposito la Coldiretti invita tutti gli agricoltori interessati a recarsi quanto prima presso i propri uffici.

www.coldiretti.it

Chiara Danielli
Redazione Newsfood.com

Leggi Anche
Scrivi un commento