Corso in economia e management delle PMI piemontesi per discendenti di emigrati

Torino – Si è chiusa con successo la quarta edizione del Corso superiore in Economia e Management delle PMI piemontesi, rivolto ai discendenti dei piemontesi emigrati, il
corso è stato finanziato dalla Regione Piemonte, tramite l’Assessorato al Welfare, Lavoro, Immigrazione ed Emigrazione, e realizzato dalla Scuola di Amministrazione Aziendale
dell’Università di Torino.

E’ stata proprio l’assessore al Welfare, Teresa Angela Migliasso, insieme al direttore della SAA, Valter Cantino, a consegnare, questa mattina, presso la sede della scuola, gli attestati
ai giovani allievi.
Due gli obiettivi dell’iniziativa: da un lato quello di avviare la formazione di specialisti, manager e piccoli imprenditori che mantengano l’interesse per propria terra d’origine, favorendo lo
sviluppo di rapporti anche commerciali tra le comunità piemontesi all’estero e le imprese piemontesi; dall’altro quello di contribuire a rafforzare e sviluppare i legami con i piemontesi
all’estero.

La prima edizione sperimentale, varata nel 2004, grazie al bando diffuso fra le Associazioni piemontesi in Argentina, raccolse oltre 90 adesioni, tra cui furono selezionati 11 giovani da
formare presso la Scuola di Amministrazione Aziendale di Torino. Visto l’eccellente esordio, il progetto è stato rilanciato dalla Regione nel 2005 a Belo Horizonte in Brasile, e
nell’anno successivo a Santiago del Cile, riscontrando sempre un notevole interesse da parte dei partecipanti, residenti in diverse località del Sudamerica.

Nel 2007 l’iniziativa è stata nuovamente proposta in Italia e le lezioni, rivolte in particolare a giovani europei, sono state tenute nel mese di ottobre presso la Scuola di
Amministrazione Aziendale da docenti della SAA provenienti dal mondo accademico e dell’impresa.
L’edizione 2007 ha coinvolto 15 giovani studenti e studentesse di origine piemontese, residenti prevalentemente in Spagna e Svizzera, ed è stato formulato in moduli specifici,
nell’ottica di favorire la conoscenza interdisciplinare necessaria per svolgere le funzioni manageriali e imprenditoriali nei rapporti tra comunità piemontesi all’estero e realtà
produttive del territorio piemontese. Fra le discipline inserite nel piano di studi: economia aziendale, logistica e negoziazione degli acquisti, marketing, fiscalità e dogane,
contrattualità internazionale, microcredito per la piccola impresa.
L’intero costo del corso, pari ad ? 65.000,00, è stato sostenuto dalla Regione Piemonte, Assessorato all’Emigrazione – Struttura Speciale Gabinetto della Presidenza della Giunta
Regionale, Progetto Valorizzazione dell’Identità del Piemonte.

“Il successo di questo corso – ha sottolineato l’assessore Migliassoha contribuito concretamente a far crescere e consolidare i rapporti tra i piemontesi emigrati estero e
la realtà economica e produttiva piemontese, con importanti prospettive di sviluppo futuro.

Visto il grande interesse e le numerose richieste pervenute dalle comunità piemontesi presenti nel mondo, la Regione sta valutando di riproporre l’iniziativa anche nei prossimi anni
in altre sedi e altri paesi”.

Lara Prato

Leggi Anche
Scrivi un commento