Toscana: «Più solida la strategia creditizia a favore delle PMI»

Firenze – Si consolida il disegno strategico promosso dal nuovo Patto per lo sviluppo a sostegno dell’economia regionale, è stato presentato oggi dal Gruppo Banca CR Firenze e da
Artigiancredito Toscano un intervento a sostegno delle piccole e medie imprese attraverso un plafond di 40000000 di euro utile a sostenere lo sviluppo e la competitività del sistema
delle PMI del territorio attraverso iniziative di credito congiunte. L’intesa, avviata in questi giorni, è rafforzata dalla partecipazione di Fidi Toscana e Regione Toscana, attive nella
creazione di un sistema pubblico-privato di finanziamenti e garanzie per le imprese.

Ambrogio Brenna, assessore regionale all’innovazione e alle attività produttive, ha così commentato l’iniziativa: «Questa operazione è in linea con la strategia che
tende a favorire una più stabile ed efficace collaborazione fra sistema bancario, sistema dei confidi e Regione a sostegno dello sviluppo economico della Toscana. L’accordo ha, in questo
senso, un valore esemplare, perché prevede che Banca CR Firenze eroghi finanziamenti a imprese garantiti da Artigiancredito Toscano, il quale a sua volta potrà riassicurarsi sul
‘fondo regionale di controgaranzia’, costituito dalla Regione e gestito da Fidi Toscana, sul quale, in ultima istanza, ricadrà la gran parte del rischio di credito. Un ruolo quello del
fondo regionale di controgaranzia davvero significativo – ha concluso l’assessore Brenna -, se si considera che la controgaranzia pubblica consente alle imprese di accedere al credito a
condizioni decisamente più vantaggiose.»

L’accordo presenta caratteristiche innovative in quanto utilizza i parametri fissati da Basilea 2, efficace di fatto dal 1/1/2008. I finanziamenti proposti sono infatti strutturati sulla base
del rating espresso da ciascuna impresa, che beneficerà dell’intervento di Artigiancredito Toscano in termini di pricing. Il Consorzio assisterà infatti i finanziamenti alle
imprese artigiane con la propria garanzia che sarà a “prima richiesta”, requisito essenziale affinché la garanzia stessa assuma rilevanza per il sistema creditizio ai fini dei
parametri imposti da Basilea 2.

Artigiancredito Toscano potrà rilasciare il proprio impegno in una duplice modalità: una nella misura del 100% e l’altra, del 60%, per la quale Fidi Toscana rilascia una
contro-garanzia che andrà a coprire il 90% della garanzia rilasciata da Artigiancredito, attingendo allo specifico “Fondo” messo a disposizione da parte della Regione Toscana per questa
tipologia di interventi.

I finanziamenti, che avranno una durata di 5 anni (oltre ad un periodo di pre-ammortamento tecnico di sette mesi durante il quale avverrà l’attività di collocamento), presentano
una ulteriore novità: al classico prodotto con ammortamento periodico dell’intero capitale finanziato si aggiungerà la possibilità di scegliere la formula del
“finanziamento mezzanino”, grazie al quale l’impresa potrà restituire fino al 50% del capitale ottenuto alla scadenza, in un’unica soluzione.

Cristiano Lucchi

Leggi Anche
Scrivi un commento