Coronavirus, Europa tentenna e la fierezza di essere Italiano. Grazie Italia, by Comolli

Coronavirus, Europa tentenna e la fierezza di essere Italiano. Grazie Italia, by Comolli

Milano, 10 marzo 2020

Ai tempi del Coronavirus

In Svizzera tutto normale. In Germania nessun dato disponibile: forse… ma… se… dipende!

Felice di essere italiano in questo momento: grande dimostrazione di trasparenza, onestà civile, assoluta educazione.

E’ così che si combatte una Europa ferma su tutto:
da Erdogan al Covid 19. Un bel esempio da Disneyland-Parigi.  

 

Ecco un altro esempio positivo dell’Italia “spot” realizzato non da italiani,  da diffondere e moltiplicare nel mondo: https://www.cinematographe.it/news/the-italian-recipe-film-italo-cinese-ultimo-ciak/

 

 

Scrivo una riflessione soprattutto in chiave di sdrammatizzare e – senza presunzione – di analisi ad alta voce con me stesso. Premetto, colpe a nessuno personalmente, ma credo che troppe decisioni dei vertici siano state prese scelte dalla politica e non da “esperti”.

Nel 2009, poi anche nel 2012 seppur fortemente contrario alle scelte di Monti e dei “professori”, ebbi l’ardire di scrivere, di dire e peggio ancora di spiegare ai corsi master che facevo in alcune università top italiane, che una crisi finanziaria-economia di quella portata avrebbe/sarebbe stato un segnale importante da prendere al volo, su cui riflettere per… cambiare vita, parametri, fattori.

Nulla fu come prima, nulla consentì di recuperare reddito, profitti, stili di vita… ma nessuno-nulla cambiò nulla.

Sono recidivo: dopo che il 21 febbraio 2020 scoppiò “pubblicamente” sui giornali (ma da più di 60 giorni già la Cina era nella tenaglia e nulla faceva prevedere nulla di buono) il dramma coronavirus, e mi misi autonomamente subito in “autoclausura e autoquarantena” perché il giorno prima ero stato a Codogno, Lodi, Santo Stefano.

Oggi dichiaro che il covid19 comunque si comporti (NB: sono convintissimo che i virologi e infettologi italiani lo sconfiggono di sicuro) può farci cambiare vita.

Non sono solo recidivo sulla positività di certe catastrofi, ma anche pieno di speranza, pieno di vita. Poi penso anche a quanto Cernobyl non ci abbia fatto cambiare, quanto partigiani e uomini come mio padre si rivolterebbero nella tomba per la rinascita di focolai fascisti, al danno incommensurabile del fumo nero su Pechino, alla catastrofe di tanti animali dimenticati e persi negli ultimi decenni, alle troppe guerre striscianti in tanti paesi e allora la risposta diventa sempre più difficile e pesante.

Di fronte ad una infezione così virale e veloce nel diffondersi, i nostri vertici non sono stati e non sono capaci di prendere decisioni più che impopolari o politicamente corrette o contro l’avversario politico, urgenti, drastiche, forti?

Giustamente qualche giornalista e intellettuale da giorni martella sul fatto che “obbligare”, peggio ancora invitare, senza una struttura logistica-organizzativa che controlla a tappeto il territorio, almeno le attuali zone rosse, non serve a nulla. un po’ come le leggi ordinarie che impongono un determinato autocontrollo dell’utente, ma poi solo quando viene casualmente pescato uno su 1 milione, quello viene sanzionato, cazziato… alla faccia dei 999.999 sfuggiti impunemente all’obbligo.

E’ questo il modello che vogliamo perseguire? Il prof Galli da subito, il prof Burioni anche,  sono stati i primi a spingere su una scelta drastica-forte. Per giorni non si è sentita la voce del più autorevole e più responsabile (credo) organo sanitario nazionale, l’Istituto Superiore della Sanità.

La Protezione Civile ha bisogno di un vertice più alto, decisionista, non politico, molto esperto di sanità, logistica, organizzazione, controlli veri. Si dibatte ancora se chiudere o no il Parlamento Europeo con 5000 persone che da gennaio a oggi si sono mosse in tutti i paesi europei con contatti ovunque. Si pensa che qualche vaucher o ticket risolvano le pesanti questioni di imprese e di cittadini?

Il virus non ha confini amministrativi regionali: lo abbiamo capito? Crediamo che un +20% del prezzo al consumo di tutti i prodotti alimentari, anche sui banchi dei mercatini agricoli non solo sugli scaffali, poi torni indietro? Il prezzo della benzina e del gasolio è ancora quando il petrolio costava 60 dollari al barile, oggi 40 dollari!

Più che rette asili, i nostri politici possono arrivare a pensare strategie strutturali, infrastrutturali, strumentali. Non avevo – purtroppo – ragione quando dicevo che in una città un solo mega-ospedale di 5 piani tutti ammassati e un solo pronto soccorso non è in linea con lo “stato reale” delle persone e delle malattie?

Non avevo visto giusto quando ho chiesto – a gennaio 2020 – di adottare per l’Italia lo stesso modello – rivisto in meglio – del foglio vede Usa che una volta dovevi compilare in aereo come “autodenuncia” e se raccontavi una balla non avevi una multa, ma la galera immediata!

In Svizzera, ma intendo anche Locarno e Bellinzona, con centinaia di “lombardi” transfrontalieri, non c’è una banca o una assicurazione o un centro commerciale fermo o chiuso. La Germania dei Lander non ha o non vuol fornire nessun dato, anche l’UK-Brexit è un po’ stitica nel fornire informazioni: molti lavaggi di mani… ma niente prevenzione, niente chiusure e blocchi.

Sono felice di essere italiano in questo momento: una onestà intellettuale e politica – che vede sull’aspetto sanitario e salute pubblica in sintonia anche maggioranza e opposizione – da primo paese al mondo. Realtà, condivisione, solidarietà, sostenibilità, verità, sforzi comuni, grande professionalità… cosa vogliamo di più da un paese che negli ultimi 11 anni è stato bastonato “finanziariamente” da tutti? Grazie Italia.

 

Ma urge mettere mano , dopo la sanità-salute, alla economia e alle tasche degli italiani. Intanto come intendiamo spendere gli 800 milioni per la comunicazione della difesa e del valore reale  del “made (and style) in Italy” nel mondo? Ancora fiere all’estero? comparsate e palcoscenici per qualche politico o addetto ai lavori o qualche praticante in pratiche burocratiche? Cosa fa Disneyland-Parigi: chiude per 15 gg ma intanto ristruttura, tutto sarà 5.0, investe in strutture e servizi, si potrà divertirsi anche on-demand e act-digital. Intanto fa booking online in 45 paesi nel mondo con messaggio pubblicitario in Tv e radio con pacchetti sconto paurosi (anche il 40%) per chi prenota prima della riapertura a fine marzo. E l’Italia? I musei italiani? I territori Docg Doc, i grandi Dop formaggi e salumi? Ci sono alcuni “spot” fatti da stranieri che possono distruggere la pistola sul piatto di spaghetti dei tedeschi di anni fa e il virus condito con la grande pizza dei francesi di pochi giorni fa: questo dimostra la paura, la debolezza e l’animalismo dei media (nb: l’animale sano attacca subito il suo simile ammalato per restare il solo a mangiare!)  degli altri, non la debolezza dell’Italia!

 

Giampietro Comolli
Newsfood.com
© Riproduzione Riservata

Giampietro Comolli
Economista Agronomo Enologo Giornalista
Libero Docente Distretti Produttivi-Turistici

Mob +393496575297

Editorialista Newsfood.com
Economia, Food&Beverage, Gusturismo
Curatore Rubrica Discovering in libertà
Curatore Rubrica Assaggi in libertà

Redazione Newsfood.com
Contatti

 

Cosa dice Google News
ore 10:37 di martedì 10 marzo 2020

Immagine storia relativa a Coronavirus, Europa tratta da Il Post

Il coronavirus nel resto d’Europa

Il Post19 ore fa
Dopo l’Italia, i paesi europei con più persone infettate dal coronavirus sono la Francia e la Germania, rispettivamente con 1.126 e 1.112 casi …

Immagine storia relativa a Coronavirus, Europa tratta da Agenzia ANSA

Coronavirus, Malta chiude collegamenti, la Gran Bretagna …

Agenzia ANSA1 ora fa
L’Oms: la pandemia è vicina – Con i primi due casi confermati a Cipro, il coronavirusha ormai contagiato l’Europa intera: le persone infettate …

Immagine storia relativa a Coronavirus, Europa tratta da In Terris

Coronavirus, i casi in Europa e nel Mondo

In Terris9 mar 2020
Il coronavirus invade l’Europa. Sebbene l’Organizzazione Mondiale della Sanità non abbia ancora dichiarato la “pandemia”, aumentano …

Immagine storia relativa a Coronavirus, Europa tratta da La Stampa

Coronavirus, crescono i contagi in tutta Europa. In Gb divieto …

La Stampa8 mar 2020
Crescono i numeri del contagio da coronavirus in tutta Europa. 949 i casi confermati in Francia, 336 in più rispetto a venerdì. Ad annunciarlo è …

Immagine storia relativa a Coronavirus, Europa tratta da Wired.it

Ecco come potrebbe evolvere l’epidemia del nuovo …

Wired.it7 mar 2020
… come potrebbe evolvere l’epidemia del nuovo coronavirus in Europa … sequenziali della possibile evoluzione dell’epidemia in Europa, per …

Immagine storia relativa a Coronavirus, Europa tratta da Il Fatto Quotidiano

Coronavirus, Oms: “Minaccia pandemia molto reale”. Due casi …

Il Fatto Quotidiano16 ore fa
Coronavirus, Oms: “Minaccia pandemia molto reale”. Due casi a Cipro: contagiata tutta l’Europa. Primi due morti in Germania. Raddoppiano i …

Immagine storia relativa a Coronavirus, Europa tratta da La Stampa

Israele all’Europa: “Collaboriamo per fronteggiare l …

La Stampa16 ore fa
Israele all’Europa: “Collaboriamo per fronteggiare l’emergenza coronavirus”. La proposta del primo ministro Netanyahu ad alcuni leader del …

Immagine storia relativa a Coronavirus, Europa tratta da AGI - Agenzia Giornalistica Italia

Raddoppiati in tre giorni i contagi da coronavirus in Europa

AGI – Agenzia Giornalistica Italia7 mar 2020
Il numero di contagi da nuovo coronavirus ha superato quota 7.300 in Europa, raddoppiando in tre giorni. Oltre all’Italia, Francia, Gran …

Immagine storia relativa a Coronavirus, Europa tratta da Sky Sport

Coronavirus in Italia: le news di oggi sul contagio e ricadute …

Sky Sport16 ore fa
Il ministro della Salute spagnolo conferma: “Siviglia-Roma di Europa League a porte chiuse”. Intanto la Uefa ufficializza che PSG-BVB di …

Immagine storia relativa a Coronavirus, Europa tratta da La Repubblica

Coronavirus, l’editoriale di Lancet: l’Europa ha fatto “troppo …

La Repubblica8 mar 2020
ROMA – Brava la Cina, bocciata l’Europa. L’editoriale di Lancet, prestigiosa rivista scientifica inglese di ambito medico, punta il dito contro il …
Redazione Newsfood.com
Leggi Anche
Scrivi un commento