Ecatombe di fiere ed eventi: Cibus 2020 nuova data 1 – 4 settembre

Ecatombe di fiere ed eventi: Cibus 2020 nuova data 1 – 4 settembre

Qualcuno dice che siamo in guerra, qualcun altro si ostina a dire che è solo un’influenza un po’ più cattiva delle precedenti, anche gli scienziati si accapigliano tra loro, e i politici, non solo italiani, hanno a cuore solamente la loro poltrona. Intanto Coronavirus avanza e fa dei morti ma, permettetemi una battuta scema, pare ne gioisca l’Inps… visto che la maggior parte sono ultra settantenni*.

Situazione Coronavirus Italia all’8 marzo 2029

*”Registriamo 133 decessi” in un giorno, “il numero complessivo è 366. I guariti sono 33 in più, il numero totale è 622”. Lo annuncia il commissario straordinario per l’emergenza coronavirus, Angelo Borrelli.
Tra i decessi registrati oggi, “113 sono avvenuti in Lombardia, 8 in Emilia Romagna, 1 nelle Marche, 5 in Veneto, 2 in Liguria, 2 nel Lazio, 1 in Puglia e 1 in Friuli Venezia Giulia”. Nella fascia 0-49 anni è stato registrato un decesso, 1 morto nella fascia 50-59, 14 morti nella fascia 60-69, 39 morti nella fascia 70-79 e 60 morti in quella 80-89.

Diciotto persone decedute avevano più di 90 anni. Il numero complessivo dei pazienti positivi aumenta di 1326 unità, in totale sono 6387.

Il problema sanitario è quindi molto serio, la salute prima di tutto ma lo stato dell’arte è quello di una catastrofe economica  e finanziaria di immense proporzioni. La drastica riduzione dei voli aerei, dei trasporti, dei viaggi turistici e business… sta mettendo in ginocchio l’economia mondiale. Il Paese Italia, dopo la Cina, è nell’epicentro di questo uragano e non si sa quanto possa durare.   L’ultimo decreto emanato dalla Presidenza del Consiglio e quello del Ministero  degli Interni, non lasciano dubbi: dobbiamo rassegnarci a chiuderci in casa, ridurre al minimo gli spostamenti e ogni attività pubblica, in attesa che passi l’uragano Coronavirus.

In questa situazione lo spostamento di una fiera come Cibus è un gesto consapevole e doveroso.

A giugno , speriamo di vederci a Verona per Vinitaly e, dal 1° al 4 di settembre per CIBUS, a Parma, Capitale della Cultura 2020.

Giuseppe Danielli
Direttore Newsfood.com

 

 

A seguire, il comunicato stampa ufficiale di Fiere di Parma per CIBUS 2020 –

Inizio messaggio inoltrato:
Da: Ufficio Stampa Cibus
Oggetto: CIBUS POSTICIPATO A SETTEMBRE
Data: 9 marzo 2020 09:57:10 CET
A: Redazione <redazione@newsfood.com>
Comunicato stampa
 
 

CIBUS POSTICIPATO AI PRIMI DI SETTEMBRE
 
Il cambio di data da parte di Fiere di Parma e Federalimentare causato dalla inaspettata evoluzione dell’emergenza
 
 
(Parma, 9 marzo 2020) – Cibus 2020 verrà posticipato al mese di settembre, da martedì 1 a venerdì 4. Lo slittamento si è reso necessario a causa della inaspettata evoluzione dell’emergenza CoronaVirus e, in particolare, della crescita dei blocchi aerei da e per l’Italia. Pertanto Fiere di Parma, in accordo con Federalimentare, dopo una approfondita analisi insieme ai rappresentanti degli espositori, della filiera agroalimentare nonché dei buyers internazionali, ha deciso oggi di posticipare Cibus 2020 (inizialmente programmato in maggio) al periodo 1-4 settembre 2020.
 
Questa decisione è coerente con la scelta di Vinitaly di posporre la fiera nonché con il calendario fieristico internazionale, ed è stata portata all’attenzione anche del tavolo di crisi del Ministero degli Affari Esteri sul Made in Italy. Fiere di Parma si è trovata di fronte all’esigenza e priorità di tutelare gli investimenti delle aziende espositrici e il cambio di data sarà decisivo per garantire il medesimo flusso di visitatori e buyers esteri da sempre offerto da Cibus all’aziende agroalimentari italiane.
 
La situazione è precipitata negli ultimi giorni – ha dichiarato Antonio Cellie, ceo di Fiere di Parmacol moltiplicarsi dei divieti di diversi Paesi a viaggiare verso e dall’Italia. Tutto ciò ha reso le condizioni di contesto troppo instabili: una situazione che avrebbe potuto danneggiare Cibus e l’investimento dei nostri espositori nonché la reputazione di Parma nel suo anno da Capitale della Cultura. La collocazione a settembre è una scelta responsabile e strategica: Cibus si potrà presentare come l’appuntamento chiave dell’autunno per il mercato internazionale e per il Food Made in Italy. Di qui la decisione di posticipare. Nell’interesse di tutti”.
 
L’arrivo degli operatori commerciali è divenuto di colpo problematico non solo dall’Asia, cosa in parte prevedibile, ma anche dagli Stati Uniti e dal Nord Europa dove si è creato, nello spazio di giorni, un clima di forte preoccupazione relativamente ai viaggi in Italia.
 
Abbiamo fatto il possibile per non arrivare alla decisione di rinviare Cibus –  ha sottolineato Ivano Vacondio, Presidente di Federalimentarema l’incertezza e le preoccupazioni che ancora abbiamo nel nostro paese relativamente al persistere del CoronaVirus, che ha come conseguenza il pericolo di avere una presenza non adeguata di visitatori ed espositori, ci obbliga a rinviare a settembre“.
 
Nel frattempo il catalogo di Cibus diventa www.mybusiness.cibus.it per mettere a disposizione fin d’ora dei visitatori, e in generale degli utenti professionali i quali ora spendono molto più tempo online, un raffinato motore di ricerca che non solo contiene le informazioni a catalogo, ma, a breve, anche tutti i prodotti che le aziende pubblicano sui loro siti, i cui contenuti sono stati indicizzati e federati. Questo consentirà agli utenti registrati di effettuare ricerche approfondite e puntuali e quindi inviare direttamente richieste di fornitura o di contatto. Tutti i contenuti, anche quelli che le aziende non hanno tradotto, saranno editati in modalità multi lingue grazie allo specifico tool.
Una evoluzione digitale dei servizi fieristici, dedicata esclusivamente agli espositori di Cibus e quindi al meglio del Made in Italy alimentare, che, visto lo spostamento a settembre della manifestazione, contribuirà ancora di più alla riuscita dell’evento.
 
 
PER INFORMAZIONI ALLA STAMPA:
 
Ufficio stampa Cibus
Fanini Ufficio Stampa
Sito Web: https://www.cibus.it/




Redazione Nerwsfood.com

Leggi Anche
Scrivi un commento