Convenzioni tra enti pubblici e cooperazione sociale

Mantova – Il seminario “Il sistema della sussidiarietà locale” è stato organizzato dalla Camera di Commercio di Mantova e dall’Azienda Speciale PromoImpresa lo scorso 18
dicembre, presso la sede di Via Calvi; l’iniziativa è stata pensata per stimolare il confronto tra la Pubblica Amministrazione e la Cooperazione Sociale su uno strumento, la convenzione
diretta, che riveste una valenza sia pubblica che sociale.

“Il perseguimento dell’interesse della comunità” è tra gli scopi istituzionali dell’Ente locale ed è la finalità delle cooperative sociali. E’ perciò
dall’incontro, confronto e collaborazione tra questi due soggetti, uno pubblico e l’altro del privato non profit, che si può ottenere un miglioramento della qualità della vita del
territorio e dei cittadini che in esso risiedono.
La Regione Lombardia ha come obiettivo quello di favorire l’incontro tra queste due importanti soggetti attraverso norme, regolamenti e strumenti amministrativi che realizzino concretamente la
sussidiarietà. Il seminario ha rappresentato un momento di confronto partendo da ciò che le norme in materia di servizi alla persona indicano. In particolare si è
analizzato come si sta applicando da parte dei Comuni l’istituto del convenzionamento diretto con le Cooperative sociali per favorire l’inserimento lavorativo di persone svantaggiate e quali
siano le modalità di assegnazione a soggetti esterni della gestione dei servizi socio-sanitari ed assistenziali.

“E’ importante – sottolinea Alberto Righi, membro di Giunta della Camera di Commercio di Mantova per il settore della cooperazione e moderatore dell’iniziativa – che la Camera di Commercio
abbia voluto dedicare un seminario per far comprendere alle Pubbliche Amministrazioni il ruolo importante che hanno per il territorio le cooperative sociali di tipo B nel favorire l’inserimento
di lavoratori con svantaggio. Serve, da parte dei Comuni e dei loro amministratori, maggior coraggio nell’assunzione di responsabilità nel passaggio dalle mere gare d’appalto alla
stipula per affidamento delle convenzioni”.
“Lo strumento della convenzione fra cooperative sociali ed Enti pubblici – ha aggiunto Filippo Perrini di Confcooperative di Brescia – in provincia di Mantova è ancora poco utilizzato
nonostante dia ottimi risultati in province limitrofe.”
Al seminario sono intervenuti inoltre: Doriana Sacchetti, Segretario Generale del Comune di Asola; Patrizia Leorati, sindaco del Comune di Casaloldo; Francesco Maestrini e Giovanna Rubessi,
rispettivamente Presidente e Responsabile gestionale della Cooperativa Sociale di Solidarietà Santa Lucia; Sergio Zini, Presidente Cooperativa Sociale Nazareno.

Leggi Anche
Scrivi un commento