Contratti, al rinnovo 7,5 milioni di lavoratori con accordo scaduto

Sono i 3,6 milioni di dipendenti pubblici (tra loro ci sono anche i dipendenti della sanità e degli enti locali che non vedono aumenti dal 2005), gli oltre 1 milione e 600 mila
metalmeccanici, impegnati in una difficile trattativa con Federmeccanica che riprende proprio domani, i circa 2 milioni di lavoratori del terziario, i 120 mila addetti delle ferrovie, i 17 mila
giornalisti e i circa 250 mila lavoratori dei vari comparti legati alla chimica e alla produzione energetica.

Le tornate contrattuali del 2008 dovranno anche considerare le novità introdotte dal protocollo sul Welfare, tra cui l’aumento della quota di salario di secondo livello ammessa agli
sgravi contributivi.
Non solo: il 2008 potrebbe essere l’anno in cui le parti sociali decidono di mettere mano a una revisione degli accordi del 1993. Tra le prime questioni sul tavolo, quella della scadenza.

Leggi Anche
Scrivi un commento