Contratto commercio. Confesercenti: «le nostre aziende aperte il 21 e 22 dicembre, lo sciopero non le riguarda»

La situazione di forte disagio in cui versa il settore del commercio, in un periodo per giunta tanto delicato come quello delle festività di fine anno, ci induce a segnalare ancora una
volta la volontà di dialogo che anima la Confesercenti nei confronti delle organizzazioni sindacali sul tema del rinnovo contrattuale.

In un momento così difficile sul piano economico e su quello dell’andamento dei consumi cresce il bisogno di certezze per le imprese come per i lavoratori. Anche per questo senso di
responsabilità la Confesercenti non ha mai abbandonato il tavolo delle trattative che riteniamo – grazie alla ragionevolezza e reciproca serietà cui è improntato il nostro
confronto – possa procedere ulteriormente.
La Confesercenti ha chiesto al sindacato soluzioni specifiche per le PMI in particolare in materia di aperture domenicali e festive – giornate in cui la difficoltà delle turnazioni del
personale è particolarmente difficoltosa per le micro imprese – e di part-time brevi.

Centrale anche il dibattito sul contratto di apprendistato affinché tale istituto, così importante per l’inserimento dei giovani nel mercato del lavoro, decolli definitivamente
con elementi di maggiore unitarietà su tutto il territorio nazionale. Importante per Confesercenti anche fornire ulteriori risposte in materia di welfare contrattuale e
bilateralità.
Nel ribadire la nostra disponibilità al confronto siamo convinti che in questo momento la chiarezza sia d’obbligo soprattutto nei confronti dei cittadini che il 21 e il 22 dicembre
saranno investiti da uno sciopero che riguarderà – come ben specificato dalla proclamazione delle organizzazioni sindacali del settore – le aziende aderenti a Confcommercio.

Sottolineiamo questo aspetto in quanto l’annunciato sciopero arriverà nelle giornate cruciali del Natale nelle quali gli esercizi commerciali aderenti a Confesercenti saranno aperti
anche perché ritengono di dover svolgere un servizio essenziale alla collettività.
Ci teniamo pertanto che emerga ancora di più il senso di responsabilità delle PMI aderenti a Confesercenti che non hanno abbandonato il tavolo negoziale evitando anche disagi alle
famiglie per la vigilia del natale.Il nostro auspicio è che il negoziato con le organizzazioni sindacali continui e che presto venga raggiunto un accordo equilibrato.

Leggi Anche
Scrivi un commento