Concorso Mieli cremonesi

Concorso Mieli cremonesi

Il ‘Concorso Mieli Cremonesi’ si avvicina al gran finale. Sabato 14 novembre, presso la fiera di Cremona, all’interno della manifestazione ‘Il BonTà’, salone delle eccellenze
enogastronomiche, si terrà la premiazione dell’iniziativa che ha coinvolto numerosi apicoltori del territorio, decisi a distinguersi nella produzione di un miele buono e di altissima
qualità.

Orchestrato dall’Associazione Produttori Apistici di Cremona in collaborazione con la Provincia, la Camera di Commercio e la Strada del gusto Cremonese, il concorso rappresenta una gara tutta
nel segno dell’abilità degli apicoltori e della qualità del miele prodotto. Gli appassionati di apicoltura, così come tutti i visitatori amanti del miele, sono invitati
alla cerimonia. L’appuntamento è in Fiera, alle ore 14, presso l’area eventi e degustazioni.

L’iniziativa rientra nelle attività realizzate nel corso dell’anno dall’Associazione Produttori Apistici della Provincia di Cremona, realtà nata nel 1984 che attualmente conta ben
208 iscritti, suddivisi tra amatoriali (in grande maggioranza) e professionisti (una ventina).

L’associazione agisce sul territorio fornendo assistenza tecnica in campo, promuove incontri di aggiornamento con gli apicoltori, sia di carattere generale (consigli per una corretta gestione
dell’alveare, proprietà nutrizionali dei prodotti apistici ecc..) sia mirati a temi vitali per gli allevamenti di api del territorio (riguardanti, ad esempio, le principali malattie che
colpiscono l’alveare, l’analisi sensoriale del miele, ecc). Forte è l’impegno per garantire qualità e salubrità del miele Made in Cremona.

La presenza al Salone Il BonTà si pone nel segno del costante incontro tra l’Associazione e i cittadini. “Negli anni l’Associazione Produttori Apistici ha cercato di cogliere ogni
possibile occasione d’incontro con le famiglie cremonesi, con l’obiettivo di rilanciare e rafforzare l’invito a portare in tavola il miele cremonese, per incentivare l’allevamento delle api sul
nostro territorio e, così, compiere una concreta azione a difesa dell’ambiente e della qualità della vita – spiega Esterina Mariotti, Presidente dell’Associazione -. Ben al di
là del discorso economico, stiamo portando avanti un discorso ambientale: per noi è fondamentale riuscire a far capire l’utilità di questo laborioso insetto, il suo ruolo
imprescindibile nell’impollinazione e quindi nella salvaguardia del nostro territorio e del benessere di tutti”.

Lo stretto rapporto di collaborazione con le scuole della provincia – che si articola anche nella partecipazione di alcuni apicoltori ai percorsi di Educazione alla Campagna Amica messi in
campo da Coldiretti Cremona – tende, in primo luogo, proprio a far conoscere la grandissima utilità delle api per la tutela dell’ambiente, rivolgendosi ai bambini, i ‘cittadini di
domani’.

Leggi Anche
Scrivi un commento