Concorso Internazionale del Caffè 2014: in gara 149 caffè da 15 paesi – Brescia, 21 e 22 ottobre

Concorso Internazionale del Caffè 2014: in gara 149 caffè da 15 paesi – Brescia, 21 e 22 ottobre

bct-2014-it ICT_2014_Logo_small

Si tiene a Brescia il 21 e il 22 ottobre la sesta edizione di International Coffee Tasting, il concorso internazionale tra caffè dell’Istituto Internazionale Assaggiatori Caffè (Iiac). Saranno 149 caffè da 15 paesi a confrontarsi con l’ambizione di vincere una medaglia d’oro alla più importante competizione di questo tipo in Italia.

“E’ l’unico concorso tra caffè in cui si seguono le strettissime regole dell’analisi sensoriale – ha commentato Luigi Odello, presidente Iiac – Ciò significa che gli assaggiatori che avranno il compito di valutare il prodotto lo faranno senza sapere le marche dei prodotti e i che loro giudizi saranno validati statisticamente”. A comporre le giurie 28 assaggiatori di dieci paesi: la loro diversa provenienza garantirà la massima imparzialità.

“Essere alla sesta edizione di International Coffee Tasting è una bella conferma della fiducia che l’Istituto Internazionale Assaggiatori Caffè gode in Italia e all’estero – ha continuato Odello – Una fiducia conquistata in 21 anni di lavoro che hanno permesso di formare una comunità di più di 9.000 assaggiatori sparsi in una quarantina di paesi del mondo. Un lavoro di divulgazione della cultura del caffè italiano unico nel suo genere condotto con la collaborazione dell’Istituto Nazionale Espresso Italiano”.

Il concorso è sponsorizzato da Wega Macchine per Caffè e Compak Coffee Grinders e organizzato con la collaborazione tecnico-scientifico del Centro Studi Assaggiatori.

Istituto Internazionale Assaggiatori Caffè (Iiac)

Dal 1993 l’associazione indipendente e scientifica per l’assaggio del caffè

L’Istituto Internazionale Assaggiatori Caffè (Iiac) è un’associazione senza fini di lucro che vive delle sole quote sociali. È stato fondato nel 1993 con l’obiettivo di mettere a punto e diffondere metodi scientifici per la valutazione sensoriale del caffè. Sin dall’inizio la sua attenzione si è rivolta immediatamente all’espresso, simbolo del made in Italy, mettendo a punto un metodo per l’assaggio.

Dalla sua fondazione lo Iiac ha svolto centinaia di corsi di patente di Assaggiatore di caffè, ai quali hanno partecipato operatori e amatori di tutto il mondo. Sempre nell’ambito della formazione, nel 1999 lo Iiac ha messo a punto il corso Espresso Italiano Specialist per l’abilitazione degli operatori dei bar che offrono l’Espresso Italiano Certificato.

Dal 2005 la didattica si è ulteriormente evoluta portando alla realizzazione del Master Professional in Analisi Sensoriale e Scienza del Caffè composto da cinque moduli formativi. Nel corso di vent’anni di attività ha superato gli 8.000 iscritti a libro matricola da più di 40 paesi del mondo compiendo importanti missioni all’estero, dai grandi paesi consumatori come il Giappone, gli Stati Uniti e la Germania ai paesi coltivatori di caffè come la Colombia, il Brasile e il Messico.

Nel corso della sua attività di ricerca, supportata da un comitato scientifico di alto livello, Iiac ha messo a punto la tazzina dell’assaggiatore che ottimizza la valutazione dell’espresso e ha svolto importanti studi sulle correlazioni esistenti tra marker della qualità rilevati con l’analisi chimica e le caratteristiche sensoriali del caffè.

 

Redazione Newsfood.com

Leggi Anche
Scrivi un commento