Coldiretti: Maltempo, è allarme grandine per la frutta in campagna

I forti temporali con precipitazioni intense e grandine rischiano di provocare danni irreversibili alla frutta e verdura in campo, ma anche alle piante e alle strutture aziendali come le serre.
E’ quanto afferma la Coldiretti in relazione all’avviso lanciato dalla protezione civile per il versante adriatico che è interessato da precipitazioni diffuse e temporali che
potranno essere accompagnati da forti raffiche di vento, frequente attivita’ elettrica e locali grandinate.

Eventi che nelle scorse settimane hanno interessato le regioni settentrionali provocando a macchia di leopardo gravi danni alle coltivazioni in Piemonte, Lombardia, Veneto ed Emilia Romagna.

La caduta della grandine in un momento della stagione particolarmente importante per le produzioni in ortofrutticole, è molto temuta nelle imprese agricole. Nelle regioni frutticole
interessate dall’allerta – sostiene la Coldiretti – sono già pronte le reti antigrandine per proteggere le piante da frutto e sono pronti a sparare i cannoni a pressione e i pochi
missili a disposizione con l’obiettivo di “inseminare” le nubi per impedire la formazione della grandine. Si tratta – conclude la Coldiretti – di tecniche di protezione attiva non ancora
sufficientemente presenti nel Paese e che purtroppo non impediranno il verificarsi di danni alle strutture e alle colture agricole.

Coldiretti: Maltempo, è allarme grandine per la frutta in campagna

I forti temporali con precipitazioni intense e grandine rischiano di provocare danni irreversibili alla frutta e verdura in campo, ma anche alle piante e alle strutture aziendali come le serre.
E’ quanto afferma la Coldiretti in relazione all’avviso lanciato dalla protezione civile per le regioni del settentrione che saranno interessate da precipitazioni diffuse e temporali che
potranno essere accompagnati da forti raffiche di vento, frequente attività elettrica e locali grandinate.

La caduta della grandine in un momento della stagione, particolarmente importante per le produzioni in ortofrutticole, è molto temuta nelle imprese agricole. Nelle regioni
frutticole interessate dall’allerta – sostiene la Coldiretti – sono già pronte le reti antigrandine per proteggere le piante da frutto e sono pronti a sparare i cannoni a pressione
e i pochi missili a disposizione con l’obiettivo di “inseminare” le nubi per impedire la formazione della grandine. Si tratta – conclude la Coldiretti – di tecniche di protezione attiva non
ancora sufficientemente presenti nel Paese e che purtroppo non impediranno il verificarsi di danni alle strutture e alle colture agricole.

Leggi Anche
Scrivi un commento