Cina: la Ferrero vince la causa per concorrenza sleale

Il made in Italy alimentare continua ad essere il più copiato e adesso non si salvano nemmeno i cioccolatini. La Ferrero ha vinto la causa per concorrenza sleale contro la cinese
Montresor che aveva commercializzato una linea di cioccolatini identica ai Ferrero Rocher.

La Corte Suprema di Pechino ha confermato la sentenza di secondo grado che ha condannato l’azienda cinese al risarcimento simbolico di 50 mila euro alla Ferrero oltre alla sospensione delle
vendite e al cambiamento della confezione dei ciccolatini Tresor Dor uguale a quella delle praline originali. «Una vittoria importante per tutta l’industria italiana» ha commentato
l’azienda italiana.

Leggi Anche
Scrivi un commento