Sarkozy: «la Cina apra al Dalai Lama o boicottiamo l'inaugurazione dei giochi»

O si apre il dialogo con il Dalai Lama per risolvere la crisi in Tibet o non parteciperò alla cerimonia d’inaugurazione delle Olimpiadi. E’ questo l’aut-aut che il presidente francese
Sarkozy pone al governo cinese. In particolare, secondo quanto riferito dalla segretaria di Stato francese per i diritti umani Rama Yade al quotidiano Le Monde, Parigi avanza tre condizioni
alla Cina: oltre al dialogo col Dalai Lama, chiede la fine delle violenze contro la popolazione del Tibet e la liberazione dei prigionieri politici.

La segretaria di Stato ha poi spiegato che Sarkozy – che durante le Olimpiadi sarà presidente di turno dell’Unione Europea – «prenderà la sua decisione in base
all’evoluzione degli attuali avvenimenti e si esprimerà dopo aver consultato i partners europei».

Sarkozy: «la Cina apra al Dalai Lama o boicottiamo l'inaugurazione dei giochi»

Leggi Anche
Scrivi un commento