Cina, il governo crea mucca OGM per produrre latte “umano”

Cina, il governo crea mucca OGM per produrre latte “umano”

La Cina compie un passo avanti nel settore delle biotecnologie: i suoi laboratori hanno ideato una mucca OGM, in grado di produrre latte estremamente simile a quello umano.

Il risultato è stato ottenuto da una ricerca della China Agricultural University (sezione State Key Laboratories for AgroBiotechnology) diretta dal professor Ning Li e pubblicata su
“Public Library of Science ONE”.

Gli scienziati creatori spiegano che la vacca-transgenica ha l’aspetto di una mucca di Holstein, la specie naturale usata come base. Tuttavia, il suo organismo e le sue capacità sono
differenti. Il suo DNA contiene alcuni geni umani: grazie a questo il suo latte contiene lisozima o lattoferrina (proteine “umane”) in grado di proteggere il neonato e stimolare il suo sistema
immunitario, oltre ad un contenuto di grasso aumentato del 20%.

Per i ricercatori cinesi, la bevanda “Potrebbe essere un’alternativa all’allattamento al seno e ai vari latti artificiali che spesso sono criticati come un’alternativa insufficiente per il
neonato”. Vantaggi nutritivi a parte, “E’ Altrettanto sicuro di quello prodotto dalle donne che sono appena diventate mamme”. Visione positiva condivisa dal professor Li, che aggiunge:
“È un latte che ha un sapore dieci volte più forte del latte normale. Tra dieci anni troveremo questo prodotto sugli scaffali dei supermercati.

Alla positività degli studiosi di Pechino si contrappone lo scetticismo e l’opposizione di molti. Ad esempio, Gene Watch, organizzazione della Gran Bretagna dedicata al controllo delle
biotecnologie.

Secondo la portavoce Hellen Wallace “Ci sono milioni di interrogativi sul fatto che il latte di queste mucche sia sicuro per gli esseri umani ed è difficile verificarlo se non si fanno
test su larga scala”.

Linea condivisa dalla Reale Società per la Protezione degli Animali, i cui esperti fanno notare come “La prole degli animali clonati spesso ha grossi problemi di salute” e quindi
“Abbiamo veramente bisogno di questo latte?”.

FONTE: Richard Gray, “Genetically modified cows produce ‘human’ milk”, Telegraph 02/04/011

Yang B, Wang J, Tang B, Liu Y, Guo C, et al. (2011) Characterization of Bioactive Recombinant Human Lysozyme Expressed in Milk of Cloned Transgenic Cattle. PLoS ONE 6(3): e17593.
doi:10.1371/journal.pone.0017593

Matteo Clerici

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute. L’autore, la redazione e la proprietà, non
necessariamente avallano il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti
accreditate e/o aventi titolo.

Leggi Anche
Scrivi un commento