Cibus Tec: vince il made in Italy

Cibus Tec: vince il made in Italy

C’è soddisfazione a Parma, soprattutto tra gli espositori, per la riuscita dell’edizione 2009 della rassegna internazionale della meccanica applicata all’Industria alimentare e per la
buona presenza di operatori stranieri
Sono circa 25.000 le presenza dell’edizione 2009 di Cibus Tec, a settant’anni esatti dalla prima fiera dedicata alle conserve alimentari ospitata a Parma. Una soddisfazione decretata, come detto,
dal forte vocazione internazionale dell’edizione 2009, con la Turchia paese focus con oltre 40 delegati ufficiali, e dall’allargamento della filiera con un’apertura al packaging, ad
esempio.

Ma a Parma si pensa già al 2011, anno nel quale verrà annunciata la nuova periodicità triennale di Cibus Tec. Infatti dopo l’edizione 2011 – a Parma dal 18 al 21 ottobre 2011
– la manifestazione assumerà una cadenza triennale che la porterà ad essere realizzata nel 2014, 2017 e così via. La scelta di prorogare ancora per un’edizione la cadenza
biennale, però, è dettata dall’opportunità di sfruttare la contemporaneità con Summilk, il World Dairy Summit che Fiere di Parma organizzerà su mandato della
FIL-IDF (Federazione Internazionale Lattiero Casearia) e che sarà in grado di richiamare – e veicolare a PArma – 2.000 operatori internazionali del comparto.

Ma non solo. Perchè in contemporanea con Cibus Tec 2011, Fiere di Parma ospiterà anche SPS/ICP/DRIVES Italia, la manifestazione per il mercato italiano figlia della più
grande rassegna al mondo di automazione industriale organizzata da Fiera di Francoforte a Norimberga. Questa manifestazione presenterà tecnologie che hanno molte sinergie con quelle di
processo e di confezionamento già presenti in Cibus Tec, rafforzando il già importante effetto di richiamo che si eserciterà a livello internazionale sugli operatori
professionali dell’industria agro-alimentare.

E ancora la seconda edizione di Trace-ID e Log-ID Sempre durante Cibus Tec, dal 18 al 20 ottobre 2011 Fiere di Parma ospiterà le due manifestazioni realizzate in collaborazione con
Editrice TeMi per presentare i migliori sistemi per la tracciabilità delle merci e le soluzioni di logistica integrata, per la gestione del fine-linea e l’organizzazione dei
magazzini.

Nel 2011 i visitatori di Cibus Tec troveranno, poi, un Quartiere Fieristico rinnovato con un impianto di generazione fotovoltaica che coprirà circa 20.000 mq e un nuovo padiglione/ingresso
da 7.500 mq, già pronto per Cibus 2010. Mentre per l’estate del 2011 saranno terminate le opere d’ammodernamento ed il condizionamento di tutti i padiglioni esistenti e l’ampliamento delle
aree esterne di parcheggio.

Leggi Anche
Scrivi un commento