Cibo spazzatura, i marchi entrano nel cervello dei bambini

Cibo spazzatura, i marchi entrano nel cervello dei bambini

Quasi un vecchio amico. Il marchio delle catene di cibo spazzatura entra nel cervello dei bambini, suscitando una sorta di eco che spinge i piccoli a mangiarne in abbondanza.

E’ il verdetto di una ricerca dell’Università del Missouri-Kansas City e del Kansas University Medical Center,
diretta dalla dottoressa Amanda Bruce.

In primis, gli scienziati hanno creato un campione di lavoro: alcuni bambini, età 10-14 anni.

Successivamente, i volontari hanno osservato foto di 120 marchi commerciali, alcuni di junk food altri no. Contemporaneamente, il loro cervello veniva controllato tramite tecniche di
neuro-imaging.

Secondo i test, quando i minori osservavano marchi di grandi catene di fast food, il cervello si attivava nelle aree legate al piacere ed all’appetito. Diversamente, di fronte a marchi famosi
di prodotti non alimentari il cervello non mostrava reazioni particolari.

Allora, Bruce e colleghi ipotizzano come il bambino interiorizzi il logo di alcune catene di cibo spazzatura, legandole ad un senso di familiarità piacevole: così, si abbuffano di
panini e compagnia per ritrovare quella sensazione.

Per quanto pessimistiche, le conclusioni della ricerca non sono originali. Già una vecchia ricerca aveva evidenziato come la capacità di diffusione
del fast food fosse legato alla capacità d’interagire con la mente dei giovani. Lo studio, pubblicato sul “Journal of Law and Economics”, riteneva che riducendo gli spot di junk food
diminuirebbe il consumo di tali alimenti e di conseguenza l’obesità infantile.

Matteo Clerici

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute. L’autore, la redazione e la proprietà, non
necessariamente avallano il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti
accreditate e/o aventi titolo.

Leggi Anche
Scrivi un commento