Cernusco/Merate, convenzione per nodo interscambio

Milano, 19 Dicembre 2007 – E’ stato siglato nella sede del municipio di Cernusco Lombardone (Lecco) lo schema di convenzione per la realizzazione del nodo di interscambio (cioè
l’area in cui si integrano la stazione ferroviaria, l’autostazione, i parcheggi e tutti i servizi necessari a rendere l’intermodalità efficiente e confortevole) della stazione di
Cernusco-Merate.

Il documento è stato firmato dall’assessore alle Infrastrutture e Mobilità della Regione Lombardia, Raffaele Cattaneo, e dai sindaci di Cernusco Lombardone, Sergio Bagnato, e di
Merate, Giovanni Battista Albani, dall’assessore ai Trasporti della Provincia di Lecco, Carlo Fumagalli, e dal direttore compartimentale Infrastrutture per Milano di Rfi (Rete ferroviaria
italiana), Michele Marzano.

«La realizzazione del nodo d’interscambio – ha detto l’assessore Cattaneo – si inserisce nel quadro dei lavori in corso per il completamento del raddoppio della linea ferroviaria
Milano-Lecco nella tratta Carnate-Airuno, intervento che inciderà sostanzialmente sull’attuale sistema di mobilità dell’area meratese oggi fortemente condizionata da un pesante
congestionamento veicolare».

La convenzione prevede una serie di interventi articolati in tre lotti di attuazione:
– ampliamento e sistemazione del nuovo parcheggio adiacente a via Stoppani;
– riqualificazione complessiva di piazza Mazzini (stazione);
– riqualificazione di via Stoppani quale asse viario di accessibilità al nodo di interscambio.

Il costo dell’opera è di un milione di euro. Il finanziamento di Regione Lombardia è di 300.000 euro. La Provincia di Lecco partecipa con 500.000 euro e i Comuni di Cernusco
Lombardone e Merate con 100.000 euro ciascuno. I tempi di realizzazione sono stati stimati in 17 mesi.

Leggi Anche
Scrivi un commento